NELLO SCANDALO RIMBORSOPOLI ANCHE UN POLITICO VALSUSINO: PER DANIELE CANTORE 12.000 EURO DI SPESA NEI RISTORANTI E 7000 EURO PER ABITI E OGGETTI DI LUSSO

Forse non tutti sanno che nello scandalo di Rimborsopoli (che sta coinvolgendo gran parte dei consiglieri della Regione Piemonte, tranne il gruppo del Pd e i 5 Stelle) ci è finito anche un politico valsusino. Si tratta di Daniele Cantore, originario di Chiusa San Michele e consigliere regionale ex Pdl, da pochi giorni passato con Alfano con l’incarico di capogruppo del Nuovo Centrodestra. Recentemente era stato nominato anche vicepresidente della Commissione speciale per la promozione della cultura della legalità. Cantore è indagato per la residenza falsa (truffa), e per essersi fatto rimborsare beni e oggetti per un valore di 28.863 euro. Con i soldi dei cittadini, il consigliere del centrodestra avrebbe speso circa 6800 euro per comprare abbigliamento in negozi di lusso (ad esempio per le celebri cravatte napoletane di Marinella, e in uno dei negozi più chic di Torino, nel cuore di piazza San Carlo: l’Olympic). Secondo i pm, Cantore avrebbe fatto passare come rimborsi spese anche gli acquisti di fiori, penne pregiate e una preziosa stampa tela da ben 1400 euro, comprata presso la Compagnia italiana del lusso. Il resto dei 28.000 euro sarebbe finito in ricariche telefoniche e soprattutto per farsi delle mangiate e bevute nei ristoranti, bar e altri locali di ristorazione (per un totale di circa 12mila euro). Dal punto di vista politico, nella pagina a lui dedicata all’interno del sito istituzionale del Consiglio Regionale del Piemonte, leggiamo che Cantore è “amministratore delegato di una società di consulenza e giornalista pubblicista”. È stato presidente nazionale dei Giovani Socialisti, membro della direzione nazionale del PSI e segretario provinciale di Torino. Consigliere comunale di Grugliasco e poi di Sauze d’Oulx, è stato consigliere regionale dal 1990 al ’95 e assessore regionale (fino al ’94) al Commercio, Artigianato, Sport e Turismo. Dal 1997 al 2001 è stato consigliere comunale di Torino e capogruppo di Forza Italia. Rieletto in Consiglio regionale nel 2000, nella quota maggioritaria, nella settima legislatura è stato presidente della V Commissione (Ambiente). Nel biennio 2004-2006 è consigliere comunale di Chiusa di San Michele e della Comunità Montana Bassa Valle di Susa. Dal 2006 è consigliere comunale di Torino e capogruppo di Forza Italia – Popolo della Libertà. Membro della Direzione regionale del PdL e presidente dell’Associazione politico-culturale “L’Italia Riformista”.  Nel 2010 è stato rieletto in Consiglio regionale nella lista regionale (quota maggioritaria). Il 21 novembre 2013 aderisce al gruppo Nuovo Centrodestra.


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione