TAV, FORZA ITALIA RILANCIA: “UNA ZONA FRANCA PER LA VALSUSA”

Una zona franca per il territorio interessato dalla Tav, con agevolazioni fiscali e meno tasse da pagare. Se ne parla da anni, ma nonostante varie promesse, non si é mai realizzata.

La proposta é stata rilanciata stamattina dal neonato gruppo di centrodestra “Forza Silvio – Zona Franca Val Susa”: il nuovo club dei sostenitori di Berlusconi in Valle. Stamattina il battesimo si é tenuto l’hotel Napoleon di Susa. Erano presenti il sindaco di Chiomonte Renzo Pinard, e il sindaco di Meana Adele Cotterchio. A inaugurare il nuovo Club “Forza Silvio Zona Franca Val Susa” è stato l’ex sottosegretario ai trasporti Bartolomeo Giachino, responsabile nazionale di Forza Italia per il settore Trasporti.

Il messaggio lanciato da Giachino e l’imprenditore Michele Cribari é chiaro: “La situazione economica non migliora, nonostante le rassicurazioni del governo. Ma la situazione della Bassa Valle è ancora peggio. La Provincia di Torino negli anni della crisi ha perso 11,6 punti di pil mentre la media nazionale ha perso 9 punti – dicono – in questi anni in Val di Susa si sono persi oltre 2.000 posti di lavoro. E le previsioni ci dicono che a questo ritmo il nostro Paese recupererà i livelli di reddito del 2007 solo nel 2025. E nel frattempo cosa faremo? Come potremo aiutare le piccole imprese e le famiglie strozzate dai debiti?”.

Secondo Giachino e Cribari “La crescita è un interesse non solo nazionale ma europeo. La Valle non può più scherzare con le migliaia di persone senza lavoro, migliaia di persone che vivono malissimo una situazione nella quale non si creano posti di lavoro per i giovani. Sappiamo che è una battaglia difficilissima ma noi sappiamo che in politica si debbono fare anche le battaglie difficili soprattutto se il fine è l’interesse generale. Come e’ stata difficile la battaglia da noi lanciata per portare l’Authority dei trasporti , l’abbiamo vinta e quest’anno arriveranno oltre 100 posti di lavoro”.

Ecco quindi la proposta della zona franca: “Siamo anche convinti che se per l’Europa la Tav è strategica, allora il tema di una zona franca in Valle può essere posto – spiegano i due – La Valle di Susa contribuisce in modo importante con le sue attuali infrastrutture alla rete europea di trasporti e di interscambio è pertanto un’area strategica europea. Noi non ci rassegniamo al declino e chiediamo agli amici valsusini che si sono schierati contro la Tav se pensano di continuare in una posizione che porterà la Bassa Valle alla asfissia”.

Il gruppo di Forza Italia ha annunciato che questa proposta di istituire la zona franca, di cui si parla vanamente da anni, sarà riportata davanti alle future istituzioni della Regione, col Governo e in Europa.

20140215-190744.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione