21.500 GRAZIE! A TE, CARO LETTORE…

21.500 GRAZIE. Dopo solo 3 settimane dalla nascita, caro Lettore, voglio condividere con Te questo risultato. Che per noi di ValsusaOggi rappresenta una piccola gioia inaspettata: oltre 21.500 visualizzazioni, in così pochi giorni, del nostro nuovo giornale online. Una media di oltre 1000 visualizzazioni al giorno, un record per un giornale on line che non ha ancora fatto alcuna pubblicità promozionale, di cui ancora molti non sanno l’esistenza, e che si diffonde oggi grazie soprattutto al vostro passaparola, al sapere che in questo giornale si trovano notizie in anteprima e a volte scomode, che magari altri non pubblicano, e alle tante condivisioni sui social network.

Numeri che ci fanno capire che questo tipo di informazione é ricercata, voluta, richiesta. I lettori cercano fatti, informazioni, e in questo spazio avete la garanzia che non si tratta di notizie condizionate da paure, timori, e inchini. Questo non significa affatto che ValsusaOggi non si schieri, non significa rinunciare a prendere posizioni, a saper distinguere il marcio dal pulito, la corruzione dalla correttezza, i conflitti di potere e di interesse dall’amministrazione trasparente. Il bianco dal nero.
Informare, significa chiamare le cose con il loro nome. Non abbiamo paura di dare il nostro contributo, anche se alcuni amici ci hanno già consigliato di fare attenzione. In palio c’è una posta più alta di possibili ritorsioni e avvertimenti: il diritto di conoscere, il diritto di sapere, un tesoro prezioso che i cittadini devono pretendere: quello di essere informati. Solo l’amore per questa professione ti può dare tali motivazioni. Indipendenti da discutibili uffici stampa (pagati però coi soldi dei cittadini), politicanti, attori e figuranti. Noi vogliamo offrirvi questa informazione, e pur nei nostri limiti si tratta del nostro impegno. Della nostra missione.
Dietro tutto questo, credimi, non c’è nient’altro che amore. È difficile spiegarlo, forse sono sensazioni che potrai capire leggendo oltre queste righe.
Intanto, però, vogliamo ringraziare chi in queste prime settimane ci ha dato suggerimenti, i giornalisti e gli autori che stanno scrivendo in queste pagine, chi ci ha incoraggiato dicendo che stiamo diventando un punto di riferimento nell’informazione locale, e ovviamente chi ci ha criticato, chi si sta facendo già mille problemi per il fatto che esistiamo, che siamo qui, pronti a dare notizie. Ringraziamo chi mette i “mi piace” alle nostre condivisioni, chi ci scrive via mail, chi ci ha telefonato, chi ci ha aiutato a correggere i nostri errori.
Ti dicevo, caro Lettore, dell’amore. Si tratta di un qualcosa che nasce da dentro: scrivere e informare vuol dire avere dedizione verso tutto ciò che ci circonda, amarne i particolari e le sfumature, leggerne i profili e scavare nei fatti e seminare il terreno con le parole. Ma soprattutto, scrivere vuol dire ascoltare, dare spazio, dipingere questa nostra quotidianità.
Si tratta di “Amore puro”. Ed é per questo che, per festeggiare le nostre prime 21.500 visualizzazioni, ho pensato di condividere con te, e dedicarti le parole questa nuova canzone di Alessandra Amoroso: “Amore puro” (trovi il link del video qui sotto). In queste belle e intense parole, si possono ritrovare tutti coloro che dedicano la loro vita ad una passione, anche con sacrificio, sofferenze e soddisfazioni. Soddisfazioni che ci raggiungono, caro Lettore, grazie alle tue parole, al suo sostegno, alla tua presenza.
Un amore puro, che diventa anche una ragione di vita. Grazie!

Puro amore mio
sepolto da mille valanghe
ho smarrito la felicità
la cerco combattendo
fuggo da questa città
perché non possa guardarmi
perché non possa fotografare
la condizione del mio cuore
che ora danza lento e immobile
tra gli scogli dei ricordi
che ora è qui deriso e stanco
tra il ricordo e l’illusione
di ciò che era puro amore

Questa notte è nostra
corri forte angelo mio
come fosse l’ultimo motivo per rimanere vivo
e se sarà amore
trattalo come un segreto
come il più prezioso dono ricevuto
che racconta perché vivi
perché muori
Non sopporto il falso e i traditori
e quindi me ne andrò
e tu per chi vivi, per chi muori
anche fosse l’ultima parola
dilla ora e forse un giorno tornerò

puro amore mio
ti ho cresciuto nei miei sogni
e ti ho tatuato sul mio cuore
dando fede anche agli sbagli
Lascio solo a te l’amore mio
di cavaliere errante
e cammino allontanandomi
da noi anche se è grande
il dolore che mi invade
ma di cui non temo i danni
La mia anima fu consegnata a te e solo a te e rimane tua

Questa notte è nostra
corri forte angelo mio
come fosse l’ultimo motivo
per rimanere vivo
e se sarà amore
trattalo come un segreto
come il più prezioso dono
ricevuto come me e te

puro amore mio
forse di cui sto morendo
ma sarà in nome di tutta una vita
spesa ai margini di un sogno
per la musica, la gente che curò le mie ferite
e quella gente, quella musica, mi indicarono un futuro e fu soltanto amore puro


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione