A SUSA E MONCENISIO L’UNIONE EUROPEA FINANZIA I LABORATORI PER IL CINEMA

di LAURA GAIATO

Un progetto di formazione cinematografica in Valle di Susa, nei paesi di Susa e Moncenisio, finanziato anche dall’Unione Europea. SPAESAMENTI/DÉPAYSEMENTS è un percorso formativo di visione e scrittura cinematografica che offre a giovani cinefili, studenti di cinema, futuri critici, aspiranti docenti e organizzatori di eventi – italiani e francesi – l’opportunità di maturare un’esperienza sulla scrittura critica, l’analisi filmica e l’organizzazione di attività culturali. Cuore del progetto è la riflessione sul tema della frontiera attraverso il cinema documentario e d’autore, frontiera intesa non soltanto come limite storico e geografico ma anche come confine sociale, culturale, linguistico ed etico, in un’ottica di riflessione sul contemporaneo.

Realizzato dal Centro di Cooperazione Culturale di Torino con il laboratorio di produzione e realizzazione di film documentari Airelles Vidéo di Aix-en-Provence, il progetto si inserisce nell’ambito del programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia ALCOTRA e si sviluppa in tre momenti, da giugno 2014 a marzo 2015:

– 6 residenze di studio / workshop, 3 in Provincia di Torino (di cui una a Susa e una a Moncenisio) e 3 nel Dipartimento Alpes-de-Haute-Provence, che si svolgeranno fra giugno e ottobre per una durata di tre giorni ciascuna. I partecipanti lavoreranno sul tema della frontiera sia attraverso la visione di film e documentari sia attraverso gli interventi critici di esperti e professionisti del settore;

– l’elaborazione di saggi, recensioni, approfondimenti e contenuti critici, sulla base degli strumenti di analisi acquisiti durante le residenze, che andranno ad implementare il sito internet bilingue www.spaesamenti.eu, un luogo di approfondimento, dibattito e confronto aperto a tutti sul tema della frontiera;

– l’organizzazione di incontri e proiezioni che si svolgeranno tra la Val di Susa e il dipartimento Alpes-de-Haute-Provence da fine 2014 ad inizio 2015. Gli eventi, di carattere itinerante, prevedono 6 giornate, 3 in Italia e 3 in Francia, con proiezioni, dibattiti e tavole rotonde.

“Per noi lavorare a Torino e in Val di Susa ha un grande significato non solo perché saremo lì a svolgere le residenze di studio, a visionare film e discuterne, ma anche perché conosceremo luoghi, persone, strutture, le loro storie, e le racconteremo” spiega Mauro Brondi, responsabile del progetto per l‘Italia.

“Il progetto si svolge in due territori geografici specifici: l’Alta Provenza e la Valle di Susa – aggiunge Nicola Farina di Airelles Vidéo – due settori delle Alpi la cui storia è marcata dagli scambi che la frontiera non ha mai interrotto; qui lavoriamo a fianco delle associazioni che promuovono il cinema documentario in queste regioni periferiche. Un progetto come il nostro vuole affermare l’importanza di aprire ulteriormente i fondi europei destinati ai progetti culturali e alla formazione”.

Spaesamenti/Dépaysements è un progetto ideato dal Centro di Cooperazione Culturale e Airelles Vidéo, realizzato con il sostegno dell’Unione Europea – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nell’ambito del Programma ALCOTRA 2007-2013, Regione Piemonte, Région Provence-Alpes-Côte d’Azur.

LE RESIDENZE A SUSA E MONCENISIO

Le residenze di studio / workshop di SPAESAMENTI/DÉPAYSEMENTS prendono il via nel mese di giugno con un calendario che si sviluppa fino ad ottobre 2014 in Italia (a Torino, Susa e Moncenisio) e in Francia (a Prads-Haute-Bléone e Tartonne). I workshop sono un luogo di studio, analisi, confronto e dibattito sui film legati al tema della frontiera selezionati dai due gruppi di lavoro. Ai workshop, tenuti da esperti, docenti, critici, autori e professionisti di settore, partecipano i 10 ragazzi selezionati sui rispettivi territori (5 in Italia e 5 in Francia).

Le date delle residenze di studio / workshop in Italia e in Francia:
• 13, 14 e 15 giugno / Prads-Haute-Bléone (Francia)
• 27, 28, 29 giugno / Torino (Italia)
• 16, 17 e 18 luglio / Prads-Haute-Bléone (Francia)
• 25, 26, 27 luglio / Susa (Italia)
• 12, 13 e 14 settembre / Tartonne (Francia)
• 3, 4 e 5 ottobre / Moncenisio (Italia)

IL PROGRAMMA

> 27, 28, 29 giugno
Bibliomediateca Mario Gromo (via Matilde Serao 8/a, Torino)
FitzLab (Fondazione Fitzcarraldo, Via Aosta 8, Torino)
Studio TODO (via Bernardino Galliari 6, Torino)
Workshop con visione di film documentari inerenti il tema della frontiera, moderato da professionisti del settore. Intervengono: Fabrizio Grosoli, critico cinematografico, produttore e distributore cinematografico; Marco Bertozzi, docente di cinema documentario e sperimentale presso Università IUAV di Venezia; Daniele Gaglianone, regista cinematografico e documentarista; Antonio Santangelo, docente di Semiotica, Filosofia e Teoria dei linguaggi presso l’Università degli Studi di Torino; Filippo Ticozzi, regista cinematografico e documentarista.

> 25, 26, 27 luglio
Casa per Ferie San Francesco di Susa (Piazza San Francesco 3, Susa – TO)
Workshop residenziale con visione di film documentari inerenti il tema della frontiera, moderato da professionisti del settore. Intervengono: Chiara Ottaviano, storica e produttrice cinematografica; Stefano Tealdi, regista e produttore cinematografico presso Stefilm e DocinEurope. Massimo Arvat, media trainer e produttore cinematografico presso Zenit Arti Audiovisive; Giampiero Frasca, critico cinematografico; Giorgio Diritti, regista cinematografico e documentarista (in via di definizione).

> 3, 4, 5 ottobre
Ecomuseo delle Terre al Confine – Moncenisio (TO), Località Ferrera
Workshop congiunto fra le redazioni italiana e francese in vista dell’organizzazione del futuro festival itinerante. Interviene: Davide Oberto, curatore TFFdoc.

20140604-155536-57336176.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione