ASSOLTO LO SCRITTORE DI GIAVENO: NON UCCISE LA PROSTITUTA NIGERIANA

Assolto per non aver commesso il fatto: é questa la sentenza pronunciata dalla Corte d’Appello, che ha scagionato e fatto subito scarcerare lo scrittore giavenese Daniele Ughetto Piampaschet, imputato di aver ucciso e gettato nel fiume Po la prostituta nigeriana Anthonia Egbuna.
Alcune settimane fa il pm Vito Destito aveva invece chiesto l’ergastolo, partendo dal movente della gelosia, con alcuni elementi e indizi riscontrati nell’auto del ragazzo. Ulteriore elemento portato avanti dall’accusa, per dare forza ad una condanna, era il romanzo pubblicato dallo stesso Piampaschet, che nelle righe raccontava proprio il delitto di una prostituta. Ma prove reali e scientifiche non ne sono mai trovate: ed é per questo che i giudici l’hanno assolto. “Dovete decidere se credere alla ricostruzione suggestiva della Procura o a quella scientifica della difesa – ha invocato davanti alla Corte l’avvocato della difesa, Stefano Tizzani – quel giorno Daniele non ha incontrato Anthonia, e se non l’ha vista non può averla uccisa. Questo è il dato oggettivo. Non c’è una sola prova a carico di Daniele. Siamo riusciti a smontare pezzo a pezzo il castello accusatorio e alla fine la verità è emersa”. In aula c’erano anche la famiglia di Ughetto: il papà, la mamma e la sorella.
Lo scrittore, alla notizia dell’assoluzione, é scoppiato a piangere e ha abbracciato Tizzani, che valuterà con i famigliari se chiedere un risarcimento per il tempo passato in carcere. Con queste conclusioni, rimane quindi senza identità l’assassino della giovane prostituta. Il cadavere venne scoperto lungo il fiume Po a San Mauro Torinese nel febbraio 2012 in stato di decomposizione. Secondo l’accusa la donna, ex fidanzata dell’imputato, era stata uccisa per gelosia da Ughetto, che avrebbe racconto l’omicidio nei manoscritti. “Quel giorno Daniele non ha incontrato Anthonia – ha detto l’avvocato Tizzani – e se non l’ha vista non può averla uccisa. Questo è il dato oggettivo. Non c’è una sola prova a carico di Daniele”.


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione