BEAULARD, DOPO 20 ANNI SI TORNA A SCIARE

di FABIO TANZILLI
É davvero una bella notizia. Dopo 20 anni di stop, da quest’inverno si scierà di nuovo a Beaulard, frazione di Oulx. Si parte ovviamente dai piccoli passi: un piccolo impianto di risalita, una pista per lo snow tubing e una pista che collega la base degli impianti con il rifugio Guido Rey, indicata per gli amanti dello sci alpinismo. L’idea é della società Promont Ski, finanziata completamente con capitale privato dagli stessi soci fondatori: l’imprenditore edile Valter Ribechini, Franco Blanc e Daniele Chareun. “Il primo obbiettivo è rendere accessibile una porzione di comprensorio adatto a chi vuole muovere i primi passi sulla neve, in maniera economica e alla portata di tutti” spiegano i promotori dell’iniziativa sulla loro pagina Facebook. “Dopo aver ripulito alcune piste, si sta creando inoltre un parco-percorso per lo sci alpinismo “Ski Touring”, che permetterà di raggiungere il rifugio Guido Rey e tornare in paese in piena sicurezza, su percorso battuto con il gatto delle nevi”. Grazie al gatto si potrà salire al rifugio per mangiare in quota, e poi scendere sulla pista con sci e ciaspole.
Altre informazioni si trovano sul sito http://promontski.blogspot.it: in queste ultime settimane nella frazione si respira entusiasmo, e ci sono lavori in corso, con l’installazione del tapis roulant e lo “spianamento” della pista. La frazione di Oulx già dagli anni ’70 ospitava le seggiovie della Grand Hoche, offrendo una serie di piste molto apprezzate dagli appassionati della neve. Poi arrivó la crisi, con la chiusura definitiva della stazione invernale nel 1992, quando la società delle seggiovie fallì. Una parte degli impianti furono smantellati, mentre la partenza e l’arrivo della seggiovia sono ancora visibili dal piazzale principale del paese, con tralicci e funi, arrivando fino al rifugio Rey. Da allora Beaulard ha vissuto un lento declino, diventando una borgata “dormitorio”, con centinaia di immobili vuoti e la progressiva chiusura delle attività commerciali. Nel nuovo parco divertimenti invernale, che si chiamerà “Le Manavelle”, sorgerà quindi un’area per la discesa con gli sci, oltre a una per i gommoni e per le discese con i bob e gli slittini. Inoltre sarà installato un tapis roulant, per facilitare l’accesso e gli spostamenti degli sciatori. L’area interessata, che sorge totalmente su terreni privati, é proprio quella che in passato ospitava le piste della Gran Hoche. Le varie attrazioni potranno rimanere installate fino all’aprile 2016. Se le cose andranno per il verso giusto, l’area sciistica di Beaulard potrà sicuramente crescere, considerata la fortuna di avere un collegamento ferroviario, e di essere in una posizione strategica a pochi km da Bardonecchia. Intanto condividiamo anche una fotogallery dei lavori che stanno facendo a Beaulard, tratta dalla loro pagina Facebook “Beaulard ski”.


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione