CHIUSA SAN MICHELE, TUTTO PRONTO PER LA FESTA PATRONALE: MUSICA E DIVERTIMENTO A SAN PIETRO

CHIUSA SAN MICHELE – L’estate è alle porte, e l’inconfondibile profumo di tigli preannuncia a tutti i chiusini la festa patronale di San Pietro e Paolo. Da sempre la musica è la protagonista della festa del paese e anche quest’anno sarà la Società Filarmonica Chiusina a dare il via ai festeggiamenti con il tradizionale concerto che si terrà venerdì 23 giugno alle 21 presso la piazzetta Società Cooperativa Agricola al centro del paese.

Quest’anno il programma del concerto presenta una particolare novità: oltre ai brani originali per banda composti dal maestro e direttore Marco Martoia, la Società Filarmonica eseguirà per la prima volta il brano “Li Borghi della Chiusa”, composto dal chiusino di origini maestro Flavio Bar. Il brano, inedito, è stato pensato dal maestro Flavio Bar appositamente per la Filarmonica Chiusina, per omaggiare la tradizione pluricentenaria della banda e i luoghi del paese in cui ha trascorso la sua infanzia. Nel brano vengono descritti musicalmente gli angoli più belli del paese ai piedi della Sacra di San Michele e l’esecuzione sarà accompagnata dalla voce narrante di Donato Sbodio e dalle suggestive riprese del regista chiusino Luigi Cantore, conosciuto in tutta la valle per il suo recente successo cinematografico “Profumo di resina”.

Nella giornata di domenica 25 giugno avrà luogo la quarta edizione di “Sax Pietro, cibo e musica dal vivo”. L’evento, organizzato da Società Filarmonica Chiusina e il Centro Culturale, con il contributo del comitato delle associazioni e il patrocinio del Comune di Chiusa di San Michele, vedrà nuovamente come protagonisti la musica per le vie di Chiusa di San Michele e le specialità gastronomiche locali. Quest’anno il programma è ricco di piacevoli sorprese e novità: presenta una varietà di eventi, non solo musicali diversi tra loro, ma accomunati dalle radici della musica black.

Infatti Sax Pietro quest’anno non sarà soltanto musica, ma anche arte e cultura: a partire dalle 16, presso il salone polivalente in via General Cantore 14, si potrà visitare la mostra “Impronte d’Africa” a cura del “Laboratorio dei Sogni” condotto dall’artista Antonella Castrignano insieme ai ragazzi richiedenti asilo ospitati ad Almese. Dalle 16 alle 18 sarà anche visitabile il museo etnografico “C’era una volta la Latteria: testimonianze di vita contadina” (via General Cantore 9).

Nell’intima location al centro del paese, piazzetta Primo Maggio – località Rustico, alle 17.30 si terrà il concerto “JAZZ & CINEMA” dei “RHYTHM and BONES”, un quintetto d’eccezione con musicisti dell’orchestra della rai di Torino (Joe Burnam – trombone, Gianfranco Marchesi – trombone, Marco Parodi – chitarra, Silvio Albesiano – basso e Luca Rigazio – batteria). Proporranno un repertorio musicale che spazia dagli standard jazz allo swing al rhythm & blues, eseguendo brani musicali del mondo del cinema dall’inizio del Novecento fino a oggi.

La serata proseguirà nel giardino della sede A.I.B. in via General Cantore 75, alle 19 fino alle 20:15 sarà possibile gustare un ricco apericena con specialità locali in collaborazione con il panificio Cantore.

Sul finire della cena alle 20.30, sempre nella stessa location, la festa proseguirà con un’esibizione di musica e danza: con gli insegnati del corso Afrorì di danza afro tradizionale e contemporanea, Alhassan Kone e Katia Bolognesi, accompagnati dai percussionisti dei Black Fabula.

A seguire, dalle 21, “BLUES NIGHT” con il concerto dei Soul Nassau, una miscela esplosiva di groove, energia e movimento distillata direttamente dal vibrante mondo della Black Music. 12 infaticabili musicisti ci riporteranno all’atmosfera magica delle dance hall americane degli anni ’60, scavando nei brani classici e meno classici di artisti come James Brown, Ray Charles, Aretha Franklin, Stevie Wonder, Etta James. Ingresso libero con servizio bar nel corso della serata.

Per restare in tema con la cultura ed il legame con il territorio nella serata di lunedì 26 giugno alle 21.15, sempre presso la sede A.I.B, in seguito alla collaborazione tra la Società Filarmonica Chiusina e il regista Luigi Cantore, nata in occasione del concerto della festa patronale, si è deciso di proporre la visione del suo celebre film-documentario “Profumo di resina”. La proiezione di un film che ha raggiungo un vasto pubblico in tutta la Valle di Susa e non solo, e che non poteva non essere inserito in un programma di festeggiamenti nel paese del suo autore.

Uno dei validi motivi per andare alla Chiusa di San Michele durante i festeggiamenti del Santo Patrono è perché troverete sicuramente tre delle buone ragioni per una vita serena: buon cibo, buona musica e cultura.

Per l’apericena si consiglia la prenotazione entro giovedì 22.

Per info e prenotazioni –> numeri: 3342746102 – 3287226044 mail: filarmonicachiusina@libero.it.

In caso di maltempo tutti gli eventi si terranno presso il salone polivalente in via General Cantore 14.

Share Button

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione