COAZZE SEMPRE PIÙ “GREEN”: AL VIA IL PROGETTO SUL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

riceviamo dalla cooperativa E.R.I.C.A.

COAZZE – “Ognuno a suo modo: composta!”: è questo lo slogan-invito della nuova campagna di comunicazione promossa dal Comune di Coazze per incentivare il compostaggio. Un’iniziativa nata a seguito del finanziamento accordato dalla Regione Piemonte, con Coazze che è risultato tra i comuni vincitori e che quindi avrà la quasi totalità delle spese della campagna coperte dal contributo regionale. Il progetto prevede numerosi appuntamenti di animazione territoriale, tra cui punti informativi e corsi sul compostaggio, che saranno gestiti dalla Cooperativa ERICA, per incentivare l’auto-smaltimento della frazione organica e l’iscrizione all’albo compostatori comunale. Le iniziative, aperte a tutta la cittadinanza, si svolgeranno con il seguente calendario:

Venerdì 17 novembre | ore 8-12
Punto Informativo – Mercato Piazza Cordero di Pamparato

Sabato 18 novembre | ore 15
Corso sul compostaggio – Centro Sociale “In Altro Modo”, via Matteotti 4

Venerdì 24 novembre | ore 21
Corso sul compostaggio – Ecomuseo, via Italia 1961 3

Durante tutti gli appuntamenti, verrà distribuito il “Manuale del Compostaggio Domestico”, un utile vademecum che spiega in dettaglio modalità, trucchi e segreti per un corretto auto-smaltimento dei rifiuti organici.

Il compostaggio domestico è la pratica più green che ci sia: i rifiuti organici (scarti vegetali e alimentari, fondi del caffè, gusci d’uova ecc.), se opportunamente conferiti in una compostiera, di legno o altro materiale, oppure in una buca, producono dopo poco tempo un ottimo fertilizzante naturale, il compost. Sono infatti molte le utenze domestiche che a Coazze hanno un giardino o un orto in cui è possibile praticare il compostaggio, ed oltre alla sostenibilità può essere anche conveniente per le casse dei cittadini, visto che il Comune prevede una riduzione fiscale del 20% sulla parte variabile della tariffa rifiuti per chi è iscritto o si iscriverà all’albo compostatori. Oltre a punti informativi e corsi sul compostaggio, sono previste in una seconda fase delle iniziative educative, con progetti dedicati ai ragazzi delle scuole e controlli sui cittadini iscritti all’Albo Compostatori, per verificare l’effettivo svolgimento e la correttezza della pratica del compostaggio.

“Negli ultimi anni Coazze ha raggiunto ottimi risultati per la raccolta differenziata. Questo finanziamento da parte della Regione Piemonte, che ringraziamo per aver creduto nel nostro progetto, ci consente di dialogare con i cittadini su un tema che ci sta molto a cuore per rendere Coazze sempre più sostenibile e pertanto auspichiamo che molti coazzesi possano iscriversi all’Albo Compostatori Comunali”, dichiara il sindaco di Coazze, Mario Ronco.

Share Button

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione