ELEZIONI SUSA, PARLA LUCA GIUNTI: “SE PLANO LASCIA IL PD SARÁ IL CANDIDATO A SINDACO. IO SONO DISPONIBILE SOLO SE NELLA LISTA CI SARÀ ANCHE LUI, UNITI”

“L’obiettivo é mandare a casa l’amministrazione di Gemma Amprino, e per farlo bisogna fare una lista unica”. A parlare con estrema sincerità é Luca Giunti, il guardiaparco No Tav candidato per la lista civica No Tav e 5 Stelle. Che mette subito in chiaro le cose: “Io non ho l’ambizione di fare il sindaco. Se Plano lascia il Pd e diventa indipendente, sarà lui il candidato per tutti. Se invece deciderà di rimanere nel Pd, io sono disponibile a candidarmi a sindaco, ma gli chiediamo comunque di far parte della squadra, ovviamente con un ruolo di primo piano (vicesindaco, assessore). Tocca a lui scegliere, attendiamo la sua decisione”. Il secondo messaggio in vista delle elezioni é altrettanto chiaro: “Io sono disposto a candidarmi solo se faremo una lista unica, con dentro anche Sandro Plano. In caso contrario, se lui non ci sarà, anche io mi ritirerò, perché solo uniti si vince”. Giunti spiega che la sua disponibilità nasce dal fatto di “fare da collante tra tutte le anime di questo gruppo che si sta creando, con Movimento No Tav, società civile, 5 Stelle, e altri partiti come il Pd e centrosinistra”. L’obiettivo é correre tutti uniti: “Se Plano dovesse fare la lista per conto suo, io mi tiro indietro e non mi candido. Ma é da apprezzare che i 5 Stelle stiamo lavorando con molta pazienza alla costruzione di un progetto per Susa, rinunciando anche ad alcune loro prerogative, come quella dei due mandati e dell’utilizzo del loro simbolo, con l’apertura verso altri partiti. Si sta facendo un percorso di maturazione politica, in cui ognuno sta rinunciando a qualcosa per arrivare ad un obiettivo più importante: quello di poter guidare Susa nei prossimi anni, mandando a casa questa amministrazione. Tutti uniti”.

20140203-083410.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione