EX OSPEDALE DI AVIGLIANA, LE PROMESSE DELL’ASL

Dopo l’addio ai servizi principali ed il ridimensionamento, come funziona l’ex ospedale di Avigliana? Oggi l’Asl ha diffuso le seguenti comunicazioni.

IL POLIAMBULATORIO DI AVIGLIANA – Da settembre a dicembre 2013, l’ex ospedale di Avigliana, ormai ridotto a poliambulatorio (lo chiamano Centro di Assistenza Primaria) ha raccolto 1235 passaggi. L’85% dei pazienti sono residenti nei comuni del Distretto di Susa.

L’Asl promette che, al piano terra, troveranno una più adeguata collocazione “gli sportelli amministrativi, il centro prelievi e lo sportello degli assistenti sociali, gli spazi per oculistica, radiologia, guardia medica e 118”.
Così come nell’area di assistenza primaria, con lo studio medico e gli ambulatori, l’Asl promette che, grazie “al recupero dei locali dell’ex laboratorio, l’area si arricchirà di spazi per i medici ed i pediatri, per gli altri specialisti, la telemedicina e le cure domiciliari”.
Il secondo piano, ospita il Consultorio Familiare, l’ambulatorio per le Malattie Infettive e Vaccinazioni e di altri Servizi (Neuropsichiatria e Recupero e riabilitazione fisica).

Secondo l’Asl, i dati di accesso all’ex ospedale di Avigliana, nella sua prima fase di avvio, “confermano il progressivo incremento nell’utilizzo del servizio”. Ma quali sono i termini di paragone? Incremento rispetto a quale dato? Non si sa.

20140219-233717.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione