FOTO / LA POLIZIA SGOMBERA IL SALONE PARROCCHIALE OCCUPATO A CLAVIERE

VIDEO: LA DIRETTA DA CLAVIERE DOPO LO SGOMBERO

di FABIO TANZILLI

CLAVIERE – Questa mattina, mercoledì 10 ottobre, intorno alle 7.30 le forze dell’ordine in assetto antisommossa hanno sgomberato il salone parrocchiale di Claviere occupato dagli attivisti dei centri sociali e dal collettivo Chez Jesus. Il blitz era annunciato da tempo. La polizia è entrata nei locali, liberando il salone senza particolari difficoltà: l’occupazione abusiva era iniziata da aprile, intorno ai giorni di Pasqua. All’interno venivano ospitati i migranti diretti in Francia. Il parroco, esasperato per la situazione, aveva fatto denuncia: da tempo il sindaco e la maggior parte dei residenti chiedeva lo sgombero dei locali occupati. A metà settembre è stato aperto a Oulx il nuovo centro di accoglienza per i migranti presso l’istituto salesiano.

Intorno alle 10 di questa mattina è arrivata a Claviere la ditta per installare le inferriate. “I locali verranno blindati per evitare nuovi blitz e nuove occupazioni – spiega il sindaco di Claviere Franco Capra – sono stati mesi difficili, i più difficili della mia amministrazione. La situazione era diventata insostenibile, da tempo chiedevo un intervento da parte delle autorità. C’è ancora molta tensione in paese, anche nei prossimi giorni il salone parrocchiale sarà presidiato dalle forze dell’ordine”. Il parroco di Claviere è ancora chiuso nella sua abitazione e non esce. Sul posto ci sono agenti di polizia, carabinieri, vigili del fuoco e Digos.

COMUNICATO DELLA QUESTURA DI TORINO

Nella mattinata odierna, senza ripercussioni per l’ordine e la sicurezza pubblica, personale della Polizia di Stato ha eseguito lo sgombero dei locali seminterrati della parrocchia di Claviere, occupati nel mese di marzo da alcuni anarchici italiani e francesi, che avevano realizzato all’interno degli stessi delle opere di consolidamento di porte e finestre finalizzate ad impedire o ritardare eventuali operazioni di sgombero (ad esempio rinforzi di metallo, travi di legno, chiavistelli, ecc.). Nei locali, ribattezzati dagli stessi occupanti “Chez Jesus”, erano presenti al momento dell’ingresso degli operatori della Polizia di Stato 15 anarchici (9 italiani e 6 francesi) e 3 cittadini stranieri (due marocchini ed un gambiano).
Gli anarchici sono stati indagati in stato di libertà per invasione di edificio. I cittadini stranieri sono stati accompagnati presso gli uffici di Polizia; sono in corso gli accertamenti di rito riguardo alla loro posizione sul territorio nazionale.

 

Share Button

32 thoughts on “FOTO / LA POLIZIA SGOMBERA IL SALONE PARROCCHIALE OCCUPATO A CLAVIERE

  1. Dario Monfrino

    liberando il salone senza particolari difficoltà… quei vetri rotti mi sembra dicano cose diverse..

    Risposta
  2. Mah

    Ci saranno anche mille motivi teorici e pratici (che rerebbe utile che qualcuno ci raccontasse), certo che però come immagine dovrebbe mettere un po’ in imbarazzo chi dai medesimi pulpiti predica l’accoglienza a prescindere.

    Risposta
    1. Obb

      Perché non li ospiti tu? A casa tua
      Sono così brave persone…

      Risposta
      1. NoRazzismo

        @Obb: Perchè prima erano ospitati a casa tua ?

        Risposta
  3. Anna

    Ora il tutto si riproporrà a oulx. La questione rimane irrisolta ma solo spostata in altro luogo dove ci sono attività per bambini .

    Risposta
    1. Abaco

      Non si preoccupi per i bambini, non spostano i preti ma i migranti

      Risposta
      1. NoRazzismo

        Peccato non spostino anche i razzisti che infestano il web

        Risposta
          1. NoRazzismo

            Io vivo in Italia. E posso ipotizzare dalla tua risposta che ti senti punto sul vivo.

        1. Lino

          Assolutamente no
          Ma se non vivi qui e non sai come vanno le cose a volte è meglio tacere…

          Risposta
        2. Paolo

          Un idiota che vive in Italia a suo dire ma che non capisce l’impatto devastante che possono avere 20 anarchici e altrettanti migranti su una comunità di poche, meno di loro, persone che provano fuori stata sopravvivere senza nessun servizio o siuto

          Risposta
          1. NoRazzismo

            Per vostra sfortuna sono valsusino e conosco molto bene Claviere. Ma questo non cambia di una virgola che anarchici e razzisti dovrebbero essere trattati allo stesso modo.

    2. CHICCO

      Signorrra guardi che quelli che girano droga a Oulx sono figli di papa’ della zona.E quelli che s’ inchiappettano i bambini tutti sappiamo quale e’ la categoria non i profughi di sicuro.
      (Nei piccoli paesi le cose si sanno sempre)

      Risposta
  4. Perplesso

    Accoglienza per i centri sociali? Già poverini

    Risposta
    1. pietro

      I centri sociali non vogliono essere accolti, loro occupano come hanno occupato i locali della chiesa a Claviere.
      3 presenti erano extracumunitari 16 presenti comunitari tra italiani e francesi tutti appartenenti ai centri sociali e ne conosciamo i modi di vivere e di agire.
      Il resto sono solo chiacchiere, giusto aver liberato i locali da chi illegalmente li ha occupati.
      non centrano un fico secco i discorsi di cattivi cattolici , di razzisti , di musulmani, i cristianesimo ecc. ecc.

      Risposta
  5. Luca Gato

    8 per mille alla Chiesa Cattolica per assistenza agli indigenti.
    Ma, aiutiamoli a casa loro.

    Risposta
    1. Che Bisnìs

      Perfetto, oltretutto coi 35€ che vengono dati alle ong (non ai migranti) che qui sono per 1 giorno, là vivrebbero per 1 mese. Ma pare ci sia dietro un bel bìsnis.

      Risposta
      1. NoRazzismo

        Quanta (dis)informazione fatta casaccio. Chi pensa che “là” (ma poi “là” dove ?) si viva con 1 Euro al giorno, ha una visione dell’Africa completamente distorta e falsata ad arte da alcuni politici ignoranti e senza scrupoli. I famosi 35 Euro (medi) vanno al sistema di protezione gestito dagli enti locali (Sprar) e non a quelle ONG che lei non sa probabilmente nemmeno cosa siano. Il sistema Sprar è finanziato dal Viminale, che attinge le risorse dal Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’asilo, devolvendo agli enti locali (e non ai richiedenti asilo) i fondi in base alla stima che, per accogliere un migrante adulto, servano circa 35 euro al giorno (45 euro per i minori). Il sistema Sprar offre servizi all’avanguardia: dall’assistenza sanitaria alle attività multiculturali; dall’inserimento scolastico dei minori alla mediazione linguistica e interculturale; dall’orientamento e informazione legale all’inserimento lavorativo, ai tirocini, ai corsi formazione. Quando i posti Sprar non sono sufficienti (come accade sistematicamente), entra in gioco il sistema di accoglienza straordinaria, gestito dalle prefetture.

        Risposta
        1. Andrea Pero

          E con tutta questa abbondanza di fondi per glu stranieri, all’ospedale di Susa non c’è più un ecografo che funzioni. Complimenti!

          Risposta
          1. NoRazzismo

            La prima cosa che viene in mente leggendo certe risposte è “ma che cazzo c’entra” ? Potrei tentare di spiegarti e farti capire che la sanità è gestita della Regione, mentre i fondi per gli SPRAR arrivano dal Viminale. Ma rinuncio in anticipo perchè tanto se che la prossima risposta sarà probabilemente un altro lancio della palla in tribuna. A proposito, a Rivoli e Avigliana sono stati appena comprati due mammografi nuovi. Questo per farti capire che Susa non è il centro del mondo, nè il metro per misurare se i fondi ci siano o meno.

  6. Andrea Pero

    Un sussulto di legalità. … meglio tardi che mai. Speriamo sia un cambio di rotta rispetto all’autodistruzione e alla passività all’invasione .

    Risposta
    1. NoRazzismo

      la vera invasione in questo paese è quella dei razzisti, non quella di 5 milioni di immigrati che producono il 9% del PIL (dati alla mano).

      Risposta
      1. Gigi

        Come fanno a produrre può se non lavorano? Dati alla mano? Ma quali dati?

        Risposta
  7. Riccardo

    Ma ma il parroco ha la coscenza sporca che non esce di casa?
    Eppure la chiesa ha sempre accolto situazioni di questo tipo!

    Risposta
    1. Basta razzismo contro di noi

      Voi cittadini parlate parlate tanto nelle vs città avete tutti i servizi…. qui che non abbiamo nulla 30 migranti ci cambiano la vita
      Esiste ad esempio un solo autobus, un solo mezzo non una linea, che porta i ns figli a scuola e li riporta casa e più di una volta è stato occupato da migranti senza biglietto che vogliono raggiungere il confine…. ma tanto hanno più diritti loro…..

      Risposta
  8. JHON J.

    Qualcuno vedeva gia’ la stagione di sci”persa” a causa dei migranti……. fatevi furbi

    Risposta
    1. Libera valle dai centri sociali

      Magari qualcuno mantiene una famiglia con la stagione di sci …. e se a causa di delinquenti dei centri sociali che aiutano migranti illegali i turisti decidessero di andare altrove, come già fanno, sarebbe un danno immenso…. ovviysolo per chi a Claviere ci vive e lavora non certo per chi ha una seconda casa, viene giusto per divertirsi e si permette di pontificare….

      Risposta
  9. sorcioverde

    Tutti parassiti, che con l’aiuto dei buonisti ( razzisti verso li Italiani) , vogliono vivere a sbafo sulle NOSTRE spalle.

    Risposta

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione