I CITTADINI ORA POSSONO INTERROGARE IL SINDACO: IN COMUNE ARRIVA IL QUESTION TIME

Il cittadino ha dei dubbi o vede che nel suo paese qualcosa non funziona? D’ora in poi potrà interrogare direttamente il sindaco, durante i consigli comunali. Succede ad Avigliana, in bassa Val Susa, dove il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo “Regolamento del tempo per le domande del cittadino”. I cittadini che si iscrivono nei primi 30 minuti della seduta consiliare, al tavolo della presidenza del Consiglio, potranno porre le proprie domande agli amministratori comunali: questioni che, per ragioni di tempo, dovranno essere formulate rimanendo in un tempo di 3 minuti ciascuna. Se il numero di iscritti non consentirà l’esaurimento nella seduta, comprese le risposte, il presidente del Consiglio Comunale prenderà nota degli iscritti che non sono intervenuti, e che avranno priorità nella seduta successiva. É nuovo strumento, fino ad oggi non ancora utilizzato in altri Comuni della Val Susa, che sicuramente punterà a migliorare il rapporto tra istituzioni e cittadino, voluto dall’amministrazione del sindaco Angelo Patrizio: la sua efficacia concreta, però, dipenderà dall’effettiva partecipazione dei cittadini, e soprattutto dalle risposte che saranno date dai politici ai vari problemi.

20131119-111528.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione