I SERRAMENTI DEL GRUPPO RE ITALIA: “NON SENTO NEMMENO IL RUMORE DEI TRENI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BUTTIGLIERA ALTA – La casa di Domenico Marino, 69 anni, pensionato di Buttigliera Alta, è l’ultima che s’incontra sulla strada che porta in valle. Dalla finestra delle camera da letto la vista spazia sui prati, gli orti e le montagne ancora innevate da questa primavera che stenta a decollare.
Lì, nelle stanze dell’appartamento arredate con gusto, Domenico e la moglie Maria Teresa hanno cresciuto i loro tre figli – Andrea, Stefano e Marco – oggi uomini, mariti o quasi, e lavoratori.
“Presto diventerò nonno…”, sorride nella sua cucina Domenico, pensando agli impegni che da oggi a poco arriveranno a riempire le sue giornate da pensionato, ex capo-officina di una ditta di stampaggio. Le passeggiate con il cane, i giri in bicicletta in paese, l’orto da seguire: il presente è una piacevole routine. “Anche perché la nostra casa è perfettamente a posto…”, sorride mentre allarga le braccia e indica l’ordine che c’è intorno a lui. “Non si sentono più nemmeno i treni passare di sotto!”.
Domenico Marino è un cliente, affezionato – non foss’altro perché in azienda ci lavorano anche alcuni suoi famigliari – del Gruppo Re Italia.
A dieci minuti a piedi da casa sua ha sede l’attività conosciutissima in valle e leader in tutta Italia nella fornitura e nella posa di tende da sole, serramenti, pergole e tutto ciò che riguarda l’isolamento termico ed energetico della casa.
Dal Gruppo Re Italia, qualche anno fa, Domenico Marino s’è fatto rifare tutti i serramenti della sua abitazione. Ed oggi è soddisfattissimo: “Abbiamo sfruttato l’incentivo statale e abbiamo rifatto tutto – spiega, e si fa serio, Domenico -. In due giorni hanno fatto il lavoro e ripulito ogni cosa. I prodotti del Gruppo Re Italia sono ottimi e siamo certamente clienti soddisfatti. Come detto, ci siamo dimenticati persino della ferrovia che corre qui vicino…”.
Con le montagne della Val di Susa davanti, la Sacra di San Michele a due passi, il verde dei prati di sotto e il silenzio che regna nell’appartamento perfettamente isolato di Domenico, la finestra della camera da letto sembra un quadro di Monet.

(Notizia dall’azienda a cura della New Press)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.