IN BASSA VALSUSA IL PROGETTO DELL’AUTO “CONDIVISA”

dalla CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

BUSSOLENO – La sfida è quella di seminare e far crescere la cultura del car pooling nella bassa Valle di Susa. La Città Metropolitana di Torino vuole avviare la sperimentazione all’interno del progetto di cooperazione transfrontaliera France Italie ALCOTRA – Italia Francia ALCOTRA Co&Go (di cui è capofila) dedicato alla mobilità sostenibile.

Il Consigliere metropolitano delegato ai trasporti Dimitri De Vita a Bussoleno ha incontrato i sindaci dell’Unione montana Bassa Valle di Susa per illustrare la sperimetazione e scegliere le località dove far partire comunicazione ed animazione e territoriale.

Il progetto “Co&Go – Covoiturage e Governance”, è finanziato dal Programma Interreg Alcotra con capofila la Città Metropolitana, che intende favorire la pratica del car pooling, cioè la condivisione dell’automobile privata, integrandola con altre forme di mobilità sostenibile, come il trasporto pubblico, la bicicletta, i mezzi sharing.

È stato scelto il territorio della bassa Val di Susa, assieme al territorio delle direttrici che la collegano a Torino, per una sperimentazione, fatta di: animazione territoriale, comunicazione, incontri pubblici con la popolazione e con le scuole, punti informativi e promozione sui social media.

L’obiettivo è provare a innescare in bassa Val di Susa l’avvio di un cambiamento culturale ed abbattere gli ostacoli psicologici alla condivisione dell’auto, prevedendo, alla fine del progetto anche una piattaforma per la creazione e l’incentivazione degli equipaggi e la realizzazione di fermate ed aree di interscambio nei luoghi più opportuni. “Fate furb!”, scritto anche in dialetto piemontese, è lo slogan dell’iniziativa.

 

Share Button

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione