IN VALSUSA TORNA LA GRANDE FESTA DEL BOSCO “BOSTER NORD OVEST”

OULX – Tanti appuntamenti da non perdere per gli amanti della natura e della montagna, nella grande Pineta di Beaulard: il piano della Regione per le zone colpite all’emergenza incendi, il gemellaggio delle Valli Alpine, la Finale italiana del campionato boscaioli, dimostrazioni e visite guidate per tutti

Centinaia di stand in 40mila metri quadri di area espositiva all’aperto: la fiera “Boster Nord Ovest” è il più grande evento all’aperto dedicato all’ambiente, ai boschi, all’economia forestale del legno, alla manutenzione del territorio e all’agricoltura di montagna.

Con il mese di settembre si apre in Piemonte la grande stagione delle fiere internazionali: il primo appuntamento di rilievo è la Fiera Internazionale “BOSTER NORD OVEST” (acronimo di Bosco e Territorio), l’unica manifestazione in Italia, interamente all’aperto, dedicata alla valorizzazione delle filiere del legno, alla gestione del territorio e all’agricoltura di montagna.

L’evento è stato presentato venerdì 7 settembre, a tv e giornali piemontesi durante la conferenza stampa tenutasi presso la Regione Piemonte.

La Fiera Boster si tiene nella suggestiva pineta di Beaulard, frazione di Oulx, nel cuore verde dell’alta Valsusa (in provincia di Torino) dal 14 al 16 settembre 2018. Economia forestale, agricoltura di montagna, lavori in bosco, design ed artigianato: numerosi saranno i corsi, i workshop, i convegni, le visite ed gli incontri durante questa tre giorni imperdibile per il grande pubblico e gli addetti del settore.

“I BOSCHI CREANO OCCUPAZIONE”: AUMENTANO LE AZIENDE E I POSTI DI LAVORO

I dati ufficiali della Regione fanno capire quanto il settore forestale sia fondamentale per l’economia del Nord Ovest: i boschi in Piemonte occupano una superficie di circa 930.000 ettari, con un indice di boscosità medio (rapporto tra la superficie a bosco e la superficie totale di un determinato territorio in %) pari al 37%. E’ verosimile stimare la presenza di 1 miliardo di alberi.

Negli ultimi 60 anni i boschi sono cresciuti in superficie dell’80%, vale a dire 400.000 ettari in più, quasi 600.000 campi da calcio. Continuano ad aumentare le imprese forestali, il cui fatturato medio, di poco inferiore ai 50mila euro, può superare anche i 500mila euro. Il settore legno-energia è in crescita e ha superato alla grande la crisi del 2008.

Nel 2018 in Piemonte sono 546 le ditte iscritte all’albo regionale, mentre nel 2016 erano 484.

“La manifestazione, come sempre, mette al centro le prove dinamiche della meccanizzazione agroforestale, i lavori in bosco, la gestione e la manutenzione sostenibile del territorio montano attraverso la formula espositiva “tutto all’aperto”, ovvero nel reale contesto operativo di macchine, attrezzature e cantieristica per le filiere produttive del legno”, spiegano da Paulownia Italia, gli organizzatori.

Si parlerà di natura e ambiente: uno degli appuntamenti di rilievo sarà sabato 15, con la presentazione del piano di interventi della Regione Piemonte per i territori colpiti dall’emergenza incendi (al mattino si terrà la visita guidata in Valsusa, nelle zone di Mompantero e Bussoleno).

Dall’affilatura della motosega alle progettazioni di urbanità innovative per le borgate montane, dall’approfondimento dello studio della filiera legno-energia ai corsi di costruzioni in legno: nell’edizione 2018 c’è spazio per tutti, anche per le famiglie appassionate della natura e della montagna, sempre con un occhio di riguardo all’ambiente.

L’evento, organizzato da Paulownia Italia in collaborazione con la Regione Piemonte, il Comune di Oulx, la Città Metropolitana di Torino, la Federazione Italiana Boscaioli, Coldiretti Torino e il Consorzio Forestale Alta Val Susa, già nel 2016 ha riscosso un grande successo: 40.000 metri quadri di area espositiva, 85 espositori e 120 marchi rappresentati, erano i numeri per una fiera unica nel suo genere e adatta a tutti, dagli specialisti del settore ai privati.

E anche quest’anno gli organizzatori non vogliono deludere le aspettative: un centinaio di espositori, 143 marchi rappresentati, 150 macchinari messi in funzione, 120 tonnellate di legname lavorato, 10.000 mq di area commerciale: sono i principali numeri di questa nona edizione biennale. Ci saranno anche dei test drive di auto e bici elettriche offerti da Le Baite, per maggiori informazioni cliccare qui.

Particolare attenzione ovviamente sarà data alla filiera legno-energia, al bosco e al territorio, con un’ampia gamma di macchine ed attrezzature per la prima lavorazione del legno, con l’esposizione a fiamma accesa di caldaie, stufe e camini e con la possibilità di visite tecniche ad impianti realizzati sul territorio.

Non mancheranno le novità in questa edizione: ad esempio, una particolare attenzione sarà data al design e all’artigianato: “L’ideale ambientazione montana, favorisce la presenza di modelli produttivi legati all’uso del legno locale e certificato, con le filiere legno-arredo e legno-edilizia con il comparto case in legno”, precisano da Paulownia.

Le edizioni passate contano migliaia di visitatori, ma il 2018 vuole essere l’anno della svolta: l’immancabile Finale del Campionato Italiano dei Boscaioli sarà l’evento esclusivo che contraddistinguerà questa fiera. Con delle evoluzioni travolgenti, i boscaioli – provenienti da tutta Italia – si sfideranno a suon di accetta e motosega, nella giornata di domenica 16 settembre.

Infine, Boster Nord Ovest vuole valorizzare le economie locali legate al legno e al turismo, tutto in un’ottica “green” e sostenibile. Un bene così prezioso come il nostro territorio boschivo non potrebbe essere celebrato meglio di così, con Boster: la vera “festa del bosco”.

IL PROGRAMMA E TUTTE LE INFORMAZIONI SUL SITO www.fieraboster.it (Facebook: Boster Fiera)

Share Button

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione