LE LIBRERIE DELLA VALSUSA AIUTANO GLI AIB: UN NUOVO PROGETTO GRAZIE A UN LIBRO

di ANGELO FRANCO

AVIGLIANA – Un libro per la valle, ma anche un concerto, una serie di eventi a stretto contatto con la natura, letture tra gli alberi ed escursioni di squadra presso le oasi xerotermiche della Valsusa attualmente gestite come aree protette.

Ieri pomeriggio ad Avigliana si è svolta la presentazione del libro selezionato per rappresentare ‘Un anno per la Valle’, il progetto per la raccolta fondi a sostegno dei Corpi Volontari Antincendi Boschivi (AIB), promosso dalle librerie della valle in collaborazione con il centro studi di didattica musicale Roberto Goitre, Blu Edizioni e l’Ente Parco Alpi Cozie.

“Il tempo è un albero che cresce,” di Luisa Pulcher ci racconta quello che succede in un giardino nell’arco temporale di 365 giorni, ed è il libro prescelto per rappresentare e condurre un’annata ricca di appuntamenti all’insegna della salvaguardia del territorio, della nostra valle e delle sue meraviglie, al fine di veicolare informazioni, sensibilizzare l’opinione pubblica, accrescere la consapevolezza e il coinvolgimento dei giovani a tematiche ambientali di pubblico interesse.

“Tutti quelli che si vorranno unire saranno i benvenuti”, parola ai librai della valle, che si rivolgono a privati e associazioni e che sentitamente ringraziano l’editore per aver provveduto alla pubblicazione del libro ad una cifra “davvero molto bassa”, ma pure l’autrice che, commossa per essere stata scelta, ha scelto di cedere i compensi per i diritti d’autore a favore del progetto e delle sue finalità.

Presenti tra gli altri, presso la libreria di corso Laghi “La città del Sole”, dove si è svolta la presentazione tra il profumo dei libri e la voglia di portare la nostra terra e il rispetto per essa al centro dell’attenzione, la vicesindaco di Avigliana Paola Babbini e l’ispettore regionale volontario AIB Riccardo Bruno, che ha speso preziose parole nell’intento di porre ancora una volta l’accento su quanto sia “importante e d’obbligo informare e avvicinare i cittadini ma soprattutto i giovani, a problematiche incombenti come quelle relative agli incendi e alla loro prevenzione – e riferendosi agli ultimi drastici avvenimenti della fine dello scorso anno prosegue – fronteggiare gli incendi non significa soltanto fronteggiare l’emergenza, superarla e poi metterci una pietra sopra, come spesso si tende a fare; in quei giorni infernali noi soccorritori abbiamo operato in situazioni di estremo disagio e pericolo, all’interno di elicotteri che troppo spesso procedevano nel vuoto, e tutto intorno soltanto fumo, ce l’abbiamo fatta ma questo non basta”, prosegue, “un tempo si effettuava la raccolta delle foglie e i boschi non vivevano la loro attuale situazione di abbandono e non si presentavano come un mucchio di materiale combustibile, mentre adesso è necessario aprire gli occhi, prestare attenzione a quello che succede, perché un fuoco spento sul nascere, potrà difficilmente trasformarsi in un catastrofico incendio”.

Prevenzione dunque, rispetto per il territorio, attenzione, voglia di riscatto a seguito degli incendi, voglia di provare a limitare i fenomeni in futuro: per cominciare a contribuire adesso basta acquistare il libro, presso le librerie della valle (La Casa dei Libri, La Città del Sole, L’isola del Libro, Dolce Stil Novo e Librerie Panassi), i cui ricavati andranno al Corpo Volontari Antincendi Boschivi, mentre per quanto riguarda gli eventi che verranno lanciati e promossi di data in data, gli organizzatori stanno mettendo a punto una pagina Facebook dove i cittadini potranno tenersi aggiornati.

Share Button

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione