LETTERA / UNA PENDOLARE: “SPIACEVOLE EPISODIO ALLA STAZIONE DI BUSSOLENO”

LETTERA FIRMATA

Perdonate lo sfogo, ma volevo segnalare che ieri, lunedì 7 gennaio, non mi è stato consentito pagare presso la biglietteria della stazione di Bussoleno un biglietto da 1.90 euro con moneta anche piccola. L’operatore si è letteralmente rifiutato asserendo di “non esser una banca” e che se avessi voluto avrei potuto cambiare i soldi in banca. Assurdo che oggigiorno capitino queste cose.

Sono rimasta amareggiata soprattutto perché a causa della mia disabilità visiva, il treno è  l’unico mezzo che mi permette di spostarmi. E sentirmi dire certe assurdità mi lascia a bocca aperta.

Ringraziando per l’attenzione, auguro una buona serata.

C.T.

 

Share Button

17 thoughts on “LETTERA / UNA PENDOLARE: “SPIACEVOLE EPISODIO ALLA STAZIONE DI BUSSOLENO”

  1. gabriele

    penso che se quelle piccole monetine hanno un valore,il bigliettaio le doveva prendere!punto e basta

    Risposta
  2. Cucu

    Con moneta anche piccola cosa si intende, un sacchetto da 190 monetine da 1 cent forse? Meditate gente!!!

    Risposta
    1. Natalia Ada Maciejska

      Fossero anche tutte monetine da 1 centesimo, sono pur sempre dei soldi e la donna aveva tutto il diritto di comprare il biglietto, ed il cassiere aveva l’obligo di venderglielo.

      Risposta
      1. Arturo

        Provate .ad entrare in un bar e prendere un caffè e pagarlo con monete da un centesimo oppure andate ..all casello .sutostradale ..cè.scritto chiaramente non si accettano monete ds 1_2_5..o provate .a pagare una multa…..e basta con la storia che ..lutente ha sempre ragione..

        Risposta
      2. gwen

        Ma non scherziamo… non accetta le monete? le monete le rifiuta poi quando vanno fuori corso, ma fintanto che la zecca italiana le emette, deve accettarle…. per di più ha pure causato problemi ad una persona che ha già lo svantaggio di non vederci bene… che vergogna

        Risposta
    2. Uno

      Ci sono dei limiti ma penso che pagando in contanti l’operatore non poteva rifiutarsi. Vediamo se ci saranno delle risposte dalle ferrovie.

      Risposta
  3. grattagratta

    Rfiutarsi di accettare un pagameno con moneta a corso legale è reato perseguibile con sanzione amministrativa. Articolo 693 Codice Penale. Prima del 1981 si andava in galera.

    Risposta
  4. Giulia

    In relazione al limite posto al potere liberatorio, l’art. 11 del Regolamento (CE) N. 974-98 stabilisce che, a eccezione dell’autorità emittente, nessuno è obbligato ad accettare più di 50 monete metalliche in un singolo pagamento, a prescindere dal taglio

    Se erano meno il bigliettaio ha torto!

    Risposta
    1. Gloria85

      Grazie Giulia per il suo commento puntuale e circostanziato. In effetti l’unico contributo utile rispetto ai vari pareri personali privi di fondamento… secondo me.. secondo me.. bla bla bla.

      Risposta
  5. A.L.

    Direi che F.S. dovrebbe prendere provvedimenti verso questo dipendente. Una vergogna

    Risposta
  6. Pierluigi P.

    Capisco la frustrazione di alcuni,ma prima di scrivere certi commenti basati solo su pregiudizi negativi (ferrovia=uno schifo) o positivi (disabile che scrive=poverina) e prendendo per buono tutto quanto scritto, andrebbe forse sentita l’altra campana..io vado spesso a quello sportello e ho assistito personalmente alla scena(vi assicuro premeditata e in mala fede) di una signora che sbraitando ed insultando la malcapitata allo sportello pretendeva di avere un biglietto sbattendo sul banco una busta piena di 1 e 2 cent. Ero in coda con altri e di fretta,ma abbiam dovuto aspettare che il teatrino della suddetta finisse. La signora allo sportello è stata impeccabile,paziente e gentile…io avrei sbottato sinceramente! Magari chi scrive è proprio la stessa persona,visto che abbiam saputo che non era la prima volta che si sfogava con la malcapitata sportellista….

    Risposta
  7. Pingback: Vuole pagare il biglietto del treno con monetine ma l’operatore non le accetta: “Non siamo una banca” – AllNews24

  8. Dolores

    E se la signora non avesse avuto altri soldi oltre quelle fastidiose monete?

    Risposta
  9. Marco Giuseppe

    Spero solamente ci siano accertamenti da parte delle FFSS poichè non si tratta di un distributore automatico (con limitazioni di taglio) quindi come giustamente indicano nel 4° e 5° commento (se son 50 monete il limite così sia) l’impiegata doveva accettare anche i centesimi.

    Risposta
  10. Buonsenso

    Esiste l’obbligo di accettarle, ma esiste anche il buon senso di non arrivare a pagare 1,90 euro con 190 monetine da 1 centesimo. Soprattutto in un luogo in cui ci possono essere delle code e tempi stretti. Vorrei vedere cosa pensereste voi se foste in coda a una cassa e doveste aspettare 10 minuti perché quello davanti a voi rifila 500 monete al cassiere che deve contarle una per una. Imparate a rispettare anche il prossimo invece di attaccarvi alle leggi solo quando vi conviene.

    Risposta

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione