NASCE IL CLUB “FORZA SILVIO MONTAGNA” A BARDONECCHIA

Alla vigilia della tornata elettorale regionale ed europea, Forza Italia Piemonte, con l’assessore regionale Alberto Cirio e Bartolomeo Giachino (fresco di nomina nel Comitato di presidenza nazionale di Forza Italia), hanno presentato il Club “Forza Silvio Montagna”. É stato appena costituito a Bardonecchia, riunitosi nel salone convegni dell’hotel Des Geneys. Al tavolo c’erano l’albergatore Romano Bosticco e il prof. Giovanni Valentini.
Sono state discusse alcune proposte per il rilancio del turismo montano dopo le occasioni mancate delle Olimpiadi invernali del 2006.
Secondo gli esponenti locali e regionali di Forza Italia, infatti, nella realizzazione degli investimenti e degli impianti per il 2006 occorreva valorizzare di piu’ i centri montani dell’Alta Valle per recuperare il gap che esiste con le montagne delle regioni a statuto speciale e con alcune localita’ francesi.
Presenti vari operatori turistici, commerciali, maestri di sci. Cirio (probabile candidato di Forza Italia alle Europee) e Giachino hanno fatto emergere alcune ipotesi di lavoro sui cui caratterizzare le politiche del prossimo Consiglio regionale e del Parlamento europeo, che usciranno dalle elezioni del 25 maggio.
Cirio ha sottolineato che é stato decisivo, per lo sviluppo della stagione invernale, l’intervento della Regione Piemonte, “che ha allargato gli interventi per la neve artificiale dal Sestriere anche alle altre localita’ turistiche, con il raddoppio degli stanziamenti”.
Per Forza Italia occorre modificare la disciplina italiana sulla durata degli impianti a fune: una disciplina che deve essere adeguata a quanto in vigore negli altri Paesi europei altrimenti le nostre stazioni sciistiche sono svantaggiate.
Seconda proposta: un’iniziativa politica che incentivi gli investimenti turistico-commerciali e alberghieri nelle zone di montana.
Terza proposta di Forza Italia, é invece quella relativa ad una politica che valorizzi le specificità delle nostre vallate alpine. “La Val di Susa, ad esempio, ha specificità sue che dovranno essere valorizzate – ha concluso l’ex sottosegretario ai trasporti Giachino – nell’attesa della realizzazione della nuova stazione ferroviaria internazionale di Susa, che darà impulso al turismo internazionale, quello più ricco e quello su cui deve puntare il nostro Paese”.

20140326-151707.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione