SALBERTRAND, UN SABATO DI MISTERO CON LA PRESENTAZIONE DEL THRILLER “NON DIRE”

di THOMAS ZANOTTI

Per tutti gli appassionati del genere thriller, sabato 8 febbraio presso il salone polivalente del Comune di Salbertrand si terrá la presentazione del libro “Non Dire” dell’autore torinese Massimo Nepote André edito dalla casa editrice “Golem” con la collaborazione dei rappresentanti delle comunità della Valle di Susa. L’autore dialogherà con il direttore di ValsusaOggi, Fabio Tanzilli.

La trama del racconto di Nepote André narra la scoperta di un’antica pergamena rimasta sconosciuta per secoli e ricomparsa in una Torino del periodo postolimpico che scatena una serie di delitti e violenze. L’origine di tali eventi é dovuta ad un’organizzazione segreta che dopo 7 secoli é costretta ad affrontare una seria crisi che la minaccia. I protagonisti del romanzo sono un ricercatore statunitense, una giovane studiosa proveniente dal Canada, un archeologo alle prime armi, una ragazza appartemente alla “Torino bene” e un religioso del tutto particolare i quali sono coinvolti in una corsa contro il tempo per scongiurare un pericolo mortale per il genere umano. Gli ambienti sono numerosi e spaziano tra Torino, la Val di Susa, Parigi e la Normandia (Mont Saint-Michel) in un susseguirsi di avvenimenti tra antichi misteri, demoni, delusioni e speranze. Il tutto in un’opera epica, in un thriller avvincente e ricco di suspence dalla prima all’ultima pagina. Nato a Torino nel 1951 Massimo Nepote André ha conseguito la Laurea in ingegneria meccanica al Politecnico di Torino. Successivamente ha svolto il suo percorso professionale nel campo industriale occupandosi di logistica, organizzazione e progettazione. Dall’inizio degli anni ’80 coordina e segue con attenzione l’introduzione delle nuove tecnologie curandone gli aspetti tecnici e i risvolti umani. Si occupa anche di simulazioni virtuali nel campo dei beni culturali, del design e della meccanica. E’ appassionato di fotografia, natura e scienza. Parla francese, inglese e spagnolo. Ha visitato l’Africa Orientale negli anni ’60 portandosi nel cuore il ricordo delle tribù dei territori del nord del Kenya. Attualmente vive nella sua cittá natale. L’appuntamento é fissato per le ore 21 in Piazza Martiri della Libertá e a seguire é previsto un rinfresco per tutti i presenti.

20140207-224820.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione