SAUZE D’OULX, LE ELEZIONI E LA PISTA INTITOLATA A PIERINO GROS

“Tieniti stretti gli amici,ma ancora di più i nemici”. Questo proverbio antico, forse, può aiutare i cittadini di Sauze d’Oulx nel comprendere come mai – a sei mesi dalle elezioni comunali – il sindaco Mauro Meneguzzi decida di annunciare con un comunicato stampa inviato oggi che, il prossimo anno, intitolerà il nuovo stadio dello sci al grande campione Pierino Gros.

Ci permettiamo di fornire una nostra interpretazione, non limitandoci a copiare e incollare certi comunicati stampa, soprattutto perché il ruolo di cronisti a volte consiste anche nell’andare oltre a discutibili “veline” inviate dai palazzi. Piero Gros é da molti considerato il potenziale “avversario” di Meneguzzi alle prossime elezioni. Un nome di peso, che potrebbe insidiare la riconferma dell’attuale primo cittadino, soprattutto dopo lo scandalo che un anno fa lo ha travolto con la segretaria Marita Bobba, e la successiva condanna dei due, per truffa aggravata e falso ai danni dello Stato. In molti stanno chiedendo a Pierino Gros di tornare in campo, non come candidato a sindaco (ruolo che ha già ricoperto in passato), ma come assessore al turismo o comunque con un ruolo importante in una lista alternativa. Una lista che potrebbe rivedere come aspirante sindaco nientemeno che Roberto Faure, il quale già in passato aveva amministrato Sauze d’Oulx, proprio con Meneguzzi vice. Un’alleanza finita male, al punto che lo stesso Meneguzzi gli fece letteralmente le scarpe, facendolo decadere da primo cittadino nel 2008 con la famosa “battaglia delle fioriere”. Lo stesso Pierino Gros quest’estate ha fatto valere il suo peso politico che riveste ancora su Sauze, schierandosi apertamente contro Meneguzzi nel progetto della ricollocazione della seggiovia Gran Comba allo Genevris. Battaglia in cui si é esposto ottenendo l’ascolto – non di poco conto – della Vialattea, dell’Ascom e del Consorzio Turistico, al punto che poi questi enti hanno deciso di andare in delegazione a chiedere precisazioni al sindaco sullo stato del progetto. Meneguzzi, quindi, per legittimare la sua scelta ha lanciato un sondaggio on line, ottenendo larga maggioranza di risposte a favore, ma lui stesso a suo tempo aveva dichiarato che in merito a questa polemica, c’era già chi si “muoveva per la campagna elettorale”. Che fare, dunque? É meglio avere contro o a favore una leggenda come Pierino Gros, soprattutto in questa fase di debolezza politica? Ed ecco che arriva l’annuncio di questa intitolazione. I lavori per l’ampliamento della pista Bourget inizieranno solo la prossima primavera, lo stadio di sci alpino sarà attivo solo dalla stagione invernale 2014-2015, eppure l’annuncio dell’intitolazione futura a Pierino Gros viene resa nota oggi. Un bell’anticipo.

E leggete i toni di questo comunicato, scritto dall’addetto stampa municipale Ezio Romano: “Lo stadio, per volontà dell’amministrazione comunale, sarà intitolato al campione olimpico e del mondo (!!!) “Piero Gros”, cittadino di Sauze d’Oulx ed attuale Presidente dello Sci Club Sauze d’Oulx. “Attraverso quest’intervento vogliamo dare un’opportunità in più ai nostri ragazzi – spiega Mauro Meneguzzi, sindaco di Sauze d’Oulx – che nello sci alpino possono intravedere non solo opportunità agonistiche ma anche lavorative e professionali. È un progetto al quale l’amministrazione di Sauze d’Oulx, che tanto ha investito sul tema piste e innevamenti, crede fermamente. Il nome di un grande campione, sarà altresì di stimolo per tutti coloro che si cimenteranno su questa bellissima pista”.

20131106-232728.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione