SUSA, CRITICHE PER LA NUOVA ROTONDA: ALTRE MODIFICHE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
di CATERINA AGUS SUSA – Il 18 novembre la rotonda situata all’incrocio tra corso Inghilterra e corso Luciano Couvert è stata potenziata con una struttura in rilievo, per essere meglio distinguibile da parte degli automobilisti in transito. Infatti nei giorni scorsi la presenza della rotonda disegnata sull’asfalto, pur essendo regolamentare e realizzata con lo scopo di snellire la circolazione automobilistica, aveva destato parecchie perplessità tra i cittadini, con conseguenti commenti critici sui social network. La presenza di una struttura in rilievo servirà senz’altro a rendere più visibile la segnaletica e a evitare episodi di scarso rispetto delle regole da parte di chi transita. Da parte dell’amministrazione comunale è, comunque, un tentativo di rendere più scorrevole il traffico in una zona particolarmente congestionata, soprattutto nelle ore di punta.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

15 COMMENTI

  1. Ad onor del vero c’era l’innegabile esigenza di regolamentare l’incrocio, che fra l’altro costituisce l’unico accesso carraio al Pronto Soccorso, tuttavia è altrettanto innegabile che lo spazio non consente la posa di una rotonda.
    Infatti i bus che sostano in prossimità dell’incrocio, dubito molto che riescano a rispettare gli spazi della struttura.
    Inoltre la rotonda preclude la sosta temporanea per consentire lo scarico delle persone poco deambulanti al CUP, dove, come credo l’Amministrazione sappia, si eseguono quotidianamente i prelievi medici. Mi interrogherei sulla replica di un semaforo, armonizzato con quello appena a monte (ridondante ma necessario per pedoni e veicoli).
    Inoltre terrei a ricordare all’Amministrazione in carica che, oltre a questa esigenza, decisamente male affrontata, le priorità circa la viabilità in Susa sono molte altre e che si trascinano da decenni. Domanda: le volete affrontare o siete “OLTRE” anche per queste????

    • La rotonda lì è indispensabile, altrimenti trascorri le ore fermo all’incrocio se dalla Piazza vuoi immetterti sulla Statale 25, certo però, non fate una rotonda finta, fatene una VERA, piccola certo, perchè grande non ci sta, ma VERA, in rilievo, visibile e ben illuminata…quella roba lì che è stata fatta servirà a creare incidenti perchè NON E’ VISIBILE in maniera sufficiente…

  2. Polemiche? si per non avere fatto prima la rotonda. Sino al 2018 attraversare dal bar al cup era a rischio investimento. E piû di un caso ha prodotto feriti. Era stato chiesto un rallentatore anche per l’uscita degli studenti dalla stazione e per gli anziani che dalla piazza dovevano andare in ospedale. Di notte le auto sfrecciavano come in autostrada in cso inghilterra per poi inchiodare prima dei velox. Per quanto riguarda me e molti cittadini di susa solo complimenti al Sindaco Genovese per l’iniziativa mai presa dalla passata amministrazione. Provate a domandare a chi è stato investito cosa ne pensa. Centro abitato: 50 km/h. Sopratutto se nella stessa intersezione c’è un ospedale, studenti e anziani che entrano ed escono dall’ospedale.

    • Al Sig. Direttore di Valsusa. La Rotonda oggetto del commento di un tale “runner200” sopra pubblicato non è nata in questi mesi, è il frutto di un lavoro di anni e questa Amministrazione non ha partecipato alla redazione del progetto che, sottolineo, è sperimentale e come tale suscettibile di varianti in funzione delle criticità eventualmente riscontrate. Fa parte di un piano della viabilità che ne prevede altre due, agli incroci delle SS 25 e SSP 24 con corso C.A. Dalla Chiesa, la prima concordata con le Ferrovie per eliminare il passaggio a livello di via Fiume, la seconda come quella dell’Ospedale con la Città Metropolitana. Quindi i ringraziamenti e le critiche di vanno reindirizzati a chi ha effettivamente lavorato su questi progetti. Ne approfitto per condannare ancora questa pessima abitudine di scrivere usando pseudonimi e usare il suo Giornale per criticare senza esporsi. Se questo “runner200” nutre particolare antipatia nei miei confronti, non è un peccato mortale, può esprimerla a viso aperto. Distinti saluti. Sandro Plano.

      • Passata di lì ieri sera… la rotona è molto piccola, le macchine vanno come il vento nonostante la rotonda, per cui quando toccava a me svoltare a destra da Piazza della Repubblica, non ho fatto in tempo a svoltare che una signora mi stava venendo addosso, perchè se è vero che lei aveva la precedenza arrivando dalla direzione di Torino, è anche vero che se io sono già immessa nella rotonda non posso fare marcia indietro e fare passare lei che arriva troppo veloce… considerato che lì una rotonda normale, sopraelevata e ben segnalata, a quanto pare non si può fare se no crea problemi agli autobus, a questo punto mi viene da dire che sarebbe meglio un semaforo sincronizzato con quello successivo, almeno tutti quanti lo rispettiamo e sappiamo quando passare… idem incrocio della caserma dei carabinieri…

        • Gwen i 2 semafori in zona san Giuliano non hanno avuto l’effetto che lei ipotizza possa avere questo di Susa, poiché passano col rosso , li ho visti un paio di volte!

      • Concordo col sig. Plano , bisogna identificarsi. DETTO CIO’ i sindaci vari di tutta Italia possono fare anche il miracolo, ma se l’incivile è alla guida e non in comune, non è colpa loro! A Borgone davanti la gelateria Penna sono state fatte da poco delle strisce pedonali. Mi è capitato di vedere un’auto guidata da una signora col figlio seduto dietro uscire dalla gelateria non dall’uscita , ma tre mt prima passando sopra il marciapiede dove ci sono le strisce pedonali…sono rimasta a bocca aperta perché pensavo di averle viste tutte. E’ evidente che è pericolosa una manovra del genere , tra l’altro mi è stato riferito che non era la prima volta…E il sindaco certo non può essere ritenuto colpevole, eh!

  3. La rotonda lì è indispensabile, altrimenti trascorri le ore fermo all’incrocio se dalla Piazza vuoi immetterti sulla Statale 25, certo però, non fate una rotonda finta, fatene una VERA, piccola certo, perchè grande non ci sta, ma VERA, in rilievo, visibile e ben illuminata…quella roba lì che è stata fatta servirà a creare incidenti perchè NON E’ VISIBILE in maniera sufficiente…

  4. La rotonda lì è indispensabile, altrimenti trascorri le ore fermo all’incrocio se dalla Piazza vuoi immetterti sulla Statale 25, certo però, non fate una rotonda finta, fatene una VERA, piccola certo, perchè grande non ci sta, ma VERA, in rilievo, visibile e ben illuminata…quella roba lì che è stata fatta servirà a creare incidenti perchè NON E’ VISIBILE in maniera sufficiente…

  5. Un semaforo intelligente, cioè con spire nell’asfalto e priorità alle ambulanze sarebbe stato una scelta più logica. Ma no, facciamo rotonde ovunque anche dove non si può.
    Le rotonde dovrebbero essere progettate attenendosi al D.M. 19/04/2006 (G.U. n. 170 del 24/07/2006), un provvedimento che tuttavia ha fornito soltanto i criteri di base per la progettazione delle intersezioni, lasciando ai tecnici ed ai progettisti una notevole libertà d’azione, in questo caso anche troppa. La rotonda non è un escamotage per regolare gli incroci…

  6. La rotonda è perfetta e, essendo calpestabile, può essere affrontata anche dai bus.
    Sicuramente necessita di adeguata segnalazione luminosa centrale, per evitare che chi non lo sa ed è abituato a sfrecciare come prima si ribalti causando seri danni…

    • è talmente perfetta che essendo così piccola e stretta, le persone arrivano veloci e anche se sei già immesso nella rotonda rischi che ti sbattano dentro come è capitato a me ieri sera… meglio un semaforo in quel punto, basterebbe sincronizzarlo bene con quelli successivi…

  7. Il resto del mondo le sta togliendo perchè hanno capito che rallentano il traffico e che i pedoni sono a rischio perenne per le accellerate delle auto in uscita. La verità è che l’amministrazione del comune evidentemente non guida un auto dal 1975. Attualmente, partendo dal monumento della susa moncenisio in direzione Bussoleno, l’ordine è il seguente: Velox, semaforo, semaforo, rotonda, velox, passaggio pedonale altezza Eurospin, velox con incrocio del passaggio a livello e incorcio (quello dei carabinieri, da sempre molto lento). E questa sarebbe la soluzione per velocizzare il traffico? Ci sarà un motivo se in tutta la valle ci sono le rotonde? Perchè nel resto della valle non ci sono semafori e dove ci sono, non ci sono insieme rotonde. Pecca da tutti i punti di viste, dimensioni, zona di installazione. Il martedì di mercato voglio vedere i pullman da dove passano. Ci sono voluti anni di studio per questo? Per citare Aldo, Giovanni e Giacomo, il mio falegname con 30 mila lire lo faceva meglio. Se questo è lo studio, allora alunni bocciati e retrocessi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.