TAV, DA FORZA ITALIA IL NO DI SALERNO: “É UN’OPERA FALLIMENTARE, MODERNIZZIAMO LA LINEA STORICA”

di ROBERTO SALERNO(candidato al Consiglio Regionale per Forza Italia)

Fermo restando la condanna di ogni violenza e con buona pace di tutti i miei colleghi di centro-destra, occorre rivedere del tutto la Torino-Lione e tornare sul progetto di modernizzazione della linea tradizionale, che si stimava in circa 2 miliardi di euro di costi e azzererebbe le differenze dei tempi di percorribilità.
Costi che verrebbero commissionati quasi interamente alla imprese della valle, a differenza dei general contractor esteri, come avverrebbe con il super tunnel e la tratta TAV montana.
Non ho mai fatto mistero di questa mia posizione, peraltro espressa già nel lontano 6 marzo 2012 al periodico “Luna Nuova” durante la visita ai cantieri dell’allora primo ministro Mario Monti.
Occorre, poi, smettere con il ritornello che senza TAV Torino-Lyone si taglia fuori l’Italia da non so quale progresso…mentre, invece, all’Italia occorre evitare il fallimento economico e finanziario di un’opera che, secondo stime attendibili dovrebbe costare oltre 30 miliardi, una cifra insostenibile e da capogiro per la Nazione, che non riesce a trovare risorse per dare lavoro ai giovani, tutelare anziani, mettere in sicurezza il territorio, le scuole, e dare sicurezza ai cittadini.

Roberto Salerno.


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione