TRA APPLAUSI, ELOGI E SILENZI, CHIAMPARINO CONQUISTA ANCHE I SINDACI OLIMPICI DEL CENTRODESTRA

Lungimiranza politica od opportunismo? Come si potrebbe definire “l’accoglienza” dedicata – da alcuni sindaci del centrodestra dell’alta Val Susa – l’altra sera al candidato alle prossime regionali del Pd e centrosinistra, Sergio Chiamparino? Accolto e applaudito come se già fosse il nuovo presidente della Regione. Alla faccia di Cota e delle sue mutande verdi. Un certo entusiasmo si può giustamente comprendere tra i sostenitori valsusini del Pd, che sono riusciti a portare in alta Val Susa un “big” della loro area politica. Ma gli altri? Tra i vari presenti non é passato inosservato un certo atteggiamento “inaspettato”, da chi sosteneva fino a ieri politicamente Roberto Cota: in prima fila ad applaudire ai vari interventi c’erano il sindaco di Sestriere e presidente dell’Unione dei Comuni Olimpici Valter Marin (già passato dal Pdl alla Lega Nord), il primo cittadino di Cesana Lorenzo Colomb (Forza Italia), il sindaco di Claviere Franco Capra (anche lui Forza Italia), il segretario comunale dei Comuni Olimpici e consigliere comunale di Chiomonte Diego Joannas, anche lui del centrodestra e considerato uno dei registi delle varie operazioni amministrative in quei Comuni, dove dirige il personale.
Erano tutti in prima fila, alla pari del consigliere regionale del Pd Laus. Dimenticandosi che si trattava di una serata elettorale del Pd, promossa dal laboratorio politico IdeaValsusa, legata intelligentemente al tema del turismo.
Nessuna replica, neanche un broncio, quando, con franchezza, Chiamparino ha detto a questi sindaci che – in caso di vittoria – pur non volendo stravolgere quanto di buono ha fatto il centrodestra in Regione, non intende dare più contributi a pioggia al settore del turismo invernale e dello sci, preferendo invece fare investimenti strutturali. Perché, sempre Chiamparino ha detto che “se un sistema imprenditoriale sopravvive grazie ai contributi del settore pubblico, vuol dire che c’è qualcosa nella gestione che non funziona”. Parole forti, che se fossero state dette alcuni mesi fa dall’assessore uscente Cirio, l’avrebbero già messo in croce.
La cosa che ha stupito, é stato anche il silenzio quando il governo regionale di Cota é stato duramente attaccato e criticato dal senatore Esposito e da altri interventi, come ovvio che sia, in coerenza con la serata politico-elettorale. Anche in quel caso, nessuno dalle prime file si é alzato per provare a difendere (anche solo timidamente) il governatore leghista uscente, e la sua coalizione di centrodestra.
Anzi, é stato proprio il decano degli amministratori del centrodestra dell’alta Valle, Franco Capra, a fare un cosiddetto “endorsement” a favore del candidato del Pd, ed elogiare pubblicamente – nel suo intervento – Chiamparino: “Anche a me piace chiamarlo presidente – ha detto Capra – Chiamparino in passato ha sempre mostrato dedizione e attenzione alla montagna. E le ricadute delle olimpiadi sono state importanti, anche grazie al ruolo di Chiamparino, quando era sindaco di Torino”
Per il resto, solo silenzio: l’unico che durante la serata ha provato ad incalzare il candidato alla Regione – con un intervento critico – é stato un consigliere di circoscrizione dei 5 Stelle di origini altovalsusine, Iaria.
Muto come un pesce, in particolare, il primo cittadino uscente di Cesana, Lorenzo Colomb, che é rimasto in silenzio anche quando il suo predecessore, Roberto Serra, é intervenuto ricordando a Chiamparino il problema della pista di bob, e soprattutto “il declino turistico di Cesana degli ultimi anni, paese che sta cadendo nell’oblio”. Chi tace acconsente?

20140317-093426.jpg

20140317-093431.jpg

20140317-093437.jpg

20140317-093443.jpg


3 thoughts on “TRA APPLAUSI, ELOGI E SILENZI, CHIAMPARINO CONQUISTA ANCHE I SINDACI OLIMPICI DEL CENTRODESTRA

  1. Roberto Serra

    Tra qualche intervento scontato, assenze poco giustificabili e silenzi eloquenti hanno dimostrato tutti i limiti della coesione di valle, la tanto citata formlula, “fare sistema” rimane al momento teoria. Per contro Chiamparino è riuscito come al solito, esprimendosi con estrema semplicità e concretezza (senza mai parlare in politichese) illustrare alcuni punti fondamentali del suo programma: Lavoro, TAV, Macro regione, Debito di Torino ect. A nessuno sorge il dubbio che forse anche per l’Alta Valle sarebbe necessario uscire dal campanile e iniziare a riparlare di : Macro Alta Valle, di un piano strategico di sviluppo, non dimentichiamo i futuri prossimi Fondi Europei che transitano solo ed esclusivamente da progettazione integrata di area vasta. A buon intenditore … spero…. poche parole!

    Risposta
  2. Lorenzo Colomb

    Caro Direttore,

    un po’ di umiltà ed autocritica da parte di una persona che quando era sindaco di Cesana di problemi sul territorio ne ha causati veramente tanti, in primis proprio la sopracitata pista di Bob (costruita in un posto esposto al sole 365 giorni l’anno, dove non andava assolutamente costruita da persone che avessero un minimo di razionalità tecnica e di lungimiranza, se l’avessero avuta per Dio!), non sarebbe mica male comunque la gente che non si lascia strumentalizzare da certa informazione e da certa propaganda ma vive quotidianamente la realtà di Cesana sa come sono andati i fatti e di chi sono le responsabilità storiche del collasso e dello scempio (vedi 2 ecomostri!) di Sansicario (che ora grazie al lavoro ed al buon-governo della amministrazione COLOMB sta ripartendo progressivamente con le proprie forze) e di altre 2 stazioni turistiche miseramente fallite…
    Vorrei ricordare modestamente a Tutti che stiamo, progressivamente e speriamo al più presto, uscendo da una gravissima recessione economica mondiale che continua a fare sentire le sue durissime conseguenze globali, soprattutto sui territori periferici come il nostro più esposti ai durissimi colpi della crisi economica, il turismo ha subito un drastico crollo di oltre il 60% dei ricavi rispetto all’era pre crisi, lo Stato centrale ha tagliato nettamente i trasferimenti agli Enti Locali ed il Patto di Stabilità ha ingessato e continua a strangolare ancora i comuni non consentendo di spendere nemmeno i soldi che questi hanno in cassa, per fare investimenti ed opere necessarie allo sviluppo del territorio e dei suoi abitanti.
    Le priorità che vengono perseguite dall’Amministrazione di Cesana e che sono da perseguire nell’immediato sono la stretta collaborazione esistente tra i comuni amici dell’Alta Valle per unire le forze e collaborare tutti insieme al rilancio turistico ed economico del nostro territorio montano, da soli infatti non si va proprio da nessuna parte, le sinergie già esistenti tra i comuni dell’Unione sono infatti la chiave di volta per sfidare la recessione globale, per portare nuovo benessere ed una qualità di vita migliore per i cittadini e gli utenti del nostro splendido territorio.
    Crediamo infine che il candidato della sinistra piemontese al governo di Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, espressione tangibile dei poteri forti e delle banche che sono i veri responsabili principali della situazione di crisi economica e di sfiducia generalizzata della nostra società, non sia la persona giusta per governare il Piemonte nonostante sia persona che goda della nostra stima e che da sindaco di Torino durante le Olimpiadi Invernali abbia dimostrato una buona capacità di governo e soprattutto ha portato un’ondata di sviluppo e di modernità a Torino, trasformandola finalmente in una città europea aperta.
    Noi continueremo con passione ed entusiasmo la nostra missione civica per il bene del nostro territorio e dei suoi cittadini, lavoriamo per il rilancio economico dell’Alta Valle e siamo determinati a governare ancora per i prossimi cinque anni, avendo le carte in regola per farlo, come abbiamo già ampiamente dimostrato, per garantire ai nostri figli un futuro migliore.

    LORENZO COLOMB
    SINDACO DI CESANA TORINESE

    Risposta
  3. Marita Bobba

    Sono orgogliosa di essere nata donna e di essere diventata mamma per milioni di motivi, e uno di questi e’ per essermi “sciroppata” ore e ore di film di animazione della Disney…ma il mio preferito da sempre e’ il Re Leone! I personaggi sono Mufasa (il Re buono), Scar(suo fratello cattivo), Simba(il cucciolo di Mufasa), le tre Iene (che aiutano Scar ad uccidere il Re Mufasa) e molti altri ancora…finisce ovviamente, come tutti i film della Disney a lieto fine, in cui il fratello cattivo e senza scrupoli Scar, viene detronizzato dall’ormai adulto leone Simba! La politica, volevo suggerire, e’ come la storia, fatta di corsi e di ricorsi, in cui da sempre destra e sinistra si avvicendano sui palcoscenici più o meno vasti dei territori. L’importante, secondo me, e’ avere la coscienza delle proprie opinioni e portarle avanti malgrado l’avvicendarsi dei colori e delle diverse ideologie (un po’ come il tifo calcistico “per gli uomini”). E quindi, come donna e membro del Consiglio Provinciale di Fratelli d’Italia/Alleanza Nazionale non posso far altro che GIUSTIFICARE le assenze dei Sindaci di Bardonecchia e di Sauze d’Oulx per non essere intervenuti allo “spot” elettorale del ex Sindaco Chiamparino, perché una Fede si porta nella testa ma soprattutto nel cuore…a buon intenditore…plaudo invece alla visita di martedì prox dei tre Assessori regionali Ghiglia, Ravello e Cirio (consentitemi la scaletta!) all’Istituto Freyus, che invece da anni sono davvero presenti a tutto campo sulla ns Alta Valle. Marita Bobba

    Risposta

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione