SAN DIDERO, TROVA 4MILA EURO IN UNA BORSA E LI RESTITUISCE

SAN DIDERO – Non capita spesso di imbattersi in un borsone abbandonato con all’interno circa 4mila euro, e succede ancora più raramente che la persona che lo trova compia un atto di onestà tale da consegnarlo direttamente ai carabinieri. Invece è ciò che è accaduto proprio questa mattina a San Didero, dove Giulio Lo Scalzo, un autista dell’ecocentro Lai di Borgone Susa, mentre stava andando in sede a lavorare, ha trovato in centro paese una sacca gialla delle Poste Italiane con alcuni fogli, grazie ai quali ha subito capito che si trattava di soldi destinati a pagare varie tasse. L’uomo ha portato il tutto dai Carabinieri di Borgone, che hanno contattato la proprietaria del borsone, una funzionaria comunale che accidentalmente aveva perso il denaro, dimenticandoselo sul tettuccio dell’auto. Insieme ai carabinieri, sono stati contati i soldi e la donna ha potuto constatare che non mancava neanche un centesimo. Insomma, un gesto nobile, che al giorno d’oggi non siamo più abituati a sentire e raccontare.

Share Button

32 thoughts on “SAN DIDERO, TROVA 4MILA EURO IN UNA BORSA E LI RESTITUISCE

  1. elisabetta

    Veramente l’ ho sentito altre volte , due per l’ esattezza, ma spero anche che un importo economico alto non venga perso spesso…se no siamo messi male.Io all” autogrill davanti la cassa tra delle caramelle esposte ho visto 50 euro e le ho date alla cassiera la cliente che mi ha prwceduto voleva prendersele dicendo che forse le aveva perse…ma erano messe li non cadute…Evidentemente una personale ha appoggiate nelle fessure per prendere qualcosa e le ha dimenticate. Ma certo come erano messe non erano di certo cadite.

    Risposta
  2. Da Encomiare

    Fossimo tutti come lui il mondo sarebbe il paradiso
    Complimenti a lui!

    Risposta
    1. elisabetta

      Fossimo tutti come lui? Ce ne sono tanti anche piu’ di lui. A Esempio molti assistono anziani, disabili e non vanno a dirlo a nessuno semplicemente aiutano amici conoscenti per scelta. Altri tengoni pulito per le strade e tanti se trovano piu’ di quel denaro lo consegnano.Infatti in 41 anni non ricordo un caso di quelli che hanno perduto cifre piu’ alte di questa che non abbiano ricevuto i soldi indietro.Un caso mi pare anni fa proprio in Piemonte o Liguria…ma la cifra era piu’ alta …circa 200.000.000 di lire. Di solito sono le 10 e 20 euro che uno se trova si tiene. Perche’ e’ improbabile che una persona vada da un carabiniere a denunciare …intendo se uno le trova a terra….certo se vede che sono cadute a qlcuno deve dargliele.C’e’ stato il caso pure dellapensionata che ha messo i soldi nella borsa finestrini aperti e via…ma i soldi sono volati….e gli automobilisti hanno aiutato l’ anziana a riprendersi la pensione.Automobilisti plurale.Vede che i samaritani sono tanti ?

      Risposta
      1. imprevisti

        Concordo pienamente… tanti anni fa in un camping della Regione Toscana, in una delle docce ho trovato un borsello con veramente tanti soldi… Con mia madre siamo andati alla reception a restituire questo bel gruzzolo. Dopo qualche ora, sono apparse alla nostra tenda due ragazze tedesche in lacrime per ringraziarci. Erano tutti i soldi che avevano per la vacanza e non sapevano come fare a rientrare a casa in Germania. Li avevano portati nella doccia perchè non si fidavano di lasciarli nella tenda. Ci sono stati baci e abbracci, la nostra ricompensa è stata una borsa grande di frutta e dolci ed è stato stupendo vedere la felicità finalmente dipinta sul volto di queste due turiste che avevano perso tutti i loro averi…

        Risposta
  3. Gennaro Locascio

    Non è un errore facilmente rimediabile, se non fosse stato per l’onestà del signore che ha trovato la cartellina.
    Leggendo bene si può dedurre che fossero bollettini di bonifico e non soldi contanti.

    Risposta
  4. Bruno

    Ringrazio il Sig. Lo Scalzo per un gesto che vorrei poter considerare normale nella Valle in cui siamo nati o abbiamo scelto d vivere.

    Risposta
  5. Ktm

    Bello il passaggio in cui lei li conta tutti e non manca neanche un centesimo… Hahahaha

    Risposta
    1. Piero

      Infatti… ha perso 4000 euro e poi verifica che non manchi nemmeno un cent!

      Risposta
  6. runner200

    complimenti. Cittadino di cui andare fieri. L’italia ha bisogno di persone oneste come questo Signore.

    Risposta
  7. Luca

    .. se Giulio non avesse restituito il denaro, avrebbe rischiato una multa, anche salata (qualche anno fa rischiava fino ad 1 anno di galera)..
    Ma cosa sarebbe successo se fossero mancati 20€? Li avrebbe messi Giulio, la signora o noi cittadini (erano soldi del comune)?
    .. e i 200€ di ricompensa per Giulio li mette il comune o la signora?

    Risposta
    1. imprevisti

      L’importante è che non debba pagarli lei… le capita mai di farsi gli affari suoi?

      Risposta
      1. Luca

        .. non volevo sollevare nessuna polemica o puntare il dito.. volevo solo sapere cosa sarebbe successo se Giulio (o io) avessimo trovato e consegnato la metà di quanto perso dalla Signora (o da me), importi che non erano suoi (o miei) ma che ci erano stati affidati per lavoro.
        E nel caso Giulio volesse il suo meritato 5%, li chiederebbe a me che li ho persi o al mio ‘capo’?

        Risposta
        1. imprevisto

          Non si preoccupi che nel caso da lei summenzionato, è il dipendente a rimetterci più di due stipendi e a piangere, non di certo chi li ritrova… se poi chi li ritrova ne restituisce la metà, ci sarebbe da chiedersi che fine ha fatto l’altra metà… e stia tranquillo che anche l’eventuale meritato compenso viene sempre dalle tasche del dipendente, non dovrà versarli lei! Sa cosa mi chiedo? Visto che non è accaduto a lei, perché mai si fa venire tutti questi mal di pancia?? Comunque ricordo un detto, forse sa anche di chi: Chi non ha mai peccato scagli la prima pietra… Forse bisognerebbe capire che un dipendente che si comporta bene per anni e che poi, un brutto giorno diventa vittima di una sua stessa dimenticanza, non è per forza un delinquente! buona giornata e stia sereno!

          Risposta
  8. imprevisti

    Non penso che la persona a cui è accaduta quella che alla fine è una disgrazia abbia riso come hanno fatto molti commentatori… c’è poco da ridere, quando nella vita ti accade un fatto simile, e realizzi l’accaduto, il cuore rischia di scoppiarti per lo spavento e per l’umiliazione che già sai subirai da tutti quanti quelli che ti conoscono… Chissà quanta gente in un giorno, nel mondo, entra in un garage, appoggia delle cose sul tettuccio dell’automobile per aprire dei portoni o svolgere altre attività e poi parte dimenticandosi ciò che aveva appoggiato fuori dall’auto… Questo perchè siamo sottoposti a mille stress non solo lavorativi ma familiari, di salute etc… quindi al sig. Lo Scalzo va sicuramente un encomio perchè si è comportato in maniera veramente ineccepibile, riconsegnando il materiale che era per pura distrazione o imprevisto caduto dall’auto, cosa che può accadere a chiunque, purtroppo ci sono persone che nello stesso modo perdono e distruggono cellulari costosissimi o altri oggetti appoggiati momentaneamente sull’auto e poi dimenticati in un attimo di stanchezza o semplicemente perchè si pensa già a tutte le altre incombenze giornaliere, che per una donna di solito non sono solo lavorative ma anche familiari. Ma fare tutto questo polverone per l’accaduto mi appare sproporzionato rispetto a ciò che quotidianamente accade nel mondo di ben più grave. Nel 2016, 5,6 milioni di bambini hanno perso la vita prima di compiere il quinto anno di età. A conti fatti, significa 15mila bambini ogni giorno. Di questi decessi, il 75%, quindi 4,2 milioni di decessi circa, sono avvenuti entro il primo anno di vita. Oltre 10 mila bambini sono rimasti uccisi o mutilati nel 2017 dai bombardamenti nelle aree di guerra e 100mila neonati muoiono ogni anno per cause dirette e indirette delle guerre, come malattie e malnutrizione. Quanti sono i femminicidi in Italia? Ecco tutti i numeri : “Nel 2017, le donne vittime di omicidio volontario in Italia sono state 123, lo 0,40 per 100.000 donne (fonte: Istat).“ Ogni giorno in Italia si diagnosticano più di 1.000 nuovi casi di cancro. Nei primi quattro mesi del 2018, sebbene alcuni moventi vadano ancora sviscerati fino in fondo, in Italia sono avvenuti almeno venti omicidi collegati alla criminalità organizzata. Vogliamo parlare di immigrazione? I morti non calano, e nessuna rotta migratoria del Mediterraneo, via terra o via mare, ha visto morire in cinque anni tanti esseri umani quanti quella dal Nord Africa all’Italia: 14.768 persone inghiottite dal mare, a cui si aggiungono i 1.878 morti in Grecia e i 1.189 della Spagna. O vogliamo parlare di bimbi italiani? 243 bambini uccisi negli ultimi dieci anni, uccisi spesso dagli stessi genitori. Sono i dati agghiaccianti dell’Associazione Meter Onlus. Un vero e proprio “bambinicidio”, dice l’Associazione, un fenomeno che passa spesso sotto silenzio. O di morti sul lavoro? le denunce di infortunio mortale nei primi quattro mesi del 2019 sono state 303 con un aumento del 5,9% sullo stesso periodo del 2018… Ma fare tanto polverone perchè due cartelline sono cadute dal tettuccio dell’auto mentre usciva dal garage, mettendo alla gogna chi magari lavora da tanti anni e per una volta ha avuto una distrazione che poteva costarle cara, appare veramente esagerato in proporzione a ciò che ogni giorno accade in Italia e nel mondo, e tutto questo ragionamento senza nulla togliere al sig. Lo Scalzo che si è comportato veramente in maniera molto onesta e questo va riconosciuto.

    Risposta
    1. Elisabetta

      Non mi pare che qualcuno abbia detto che si è comportato in maniera disonesta, semplicemente non è l’unico come non è stato l’unico evento simile, speriamo ne capitino pochi cosi , anzi che non ne capitino più. Poi il collegamento ai bimbi che muoiono o ai migranti con Lo scalzo non ho capito cosa c’entrano. Penso nemmeno gli latri.
      Comunque ci sono tante persone cosi solo non le conosciamo perché non diventano famose. I samaritani per fortune ne è pieno il mondo. Ha fatto il suo dovere da cittadino ne di più ne di meno. Non era roba sua, stop!

      Risposta
    2. Ktm

      Boh, mi sembra e una bella notizia a lieto fine con qualche spunto goliardico…. Il nesso con la fine del mondo proprio mi sfugge SIG. Ra imprevisti!

      Risposta
      1. imprevisto

        Il nesso è semplice: viviamo in un mondo spaventoso, dove ogni giorno accadono disgrazie di proporzioni incommensurabili, si leggono alcune righe sulle testate nazionali e il giorno dopo, purtroppo, il popolo ha già scordato tutto, che si tratti di grandi terremoti, attentati o altro… poi accade un fatto veramente banale, cioè un momento di distrazione mentre si tira fuori un’auto da un garage e si smarriscono purtroppo dei soldi, e allora diventa un caso non dico nazionali ma di tutta la Valle di Susa…

        Risposta
        1. Fuoridalcoro

          A tanti può capitare di essere stressati, a molti può capitare qualche svista potenzialmente grave, la cosa non banale, visto quanto è egoistica ed individualistica la nostra società è che vi siano persone come quella citata nell’articolo che avendo trovato un oggetto di valore lo restituiscono. Un vero esempio di Educazione civica.

          Risposta
          1. imprevisti

            Finalmente una persona che ha capito cosa voglio dire… Accade spesso, purtroppo, che muoiano dei bimbi addormentati in auto perché genitori con menti troppo stressati dimenticano di portarli all’asilo e restano chiusi per ore in macchina sotto il sole. E questi genitori mi fanno pena perché non voglio pensare che lo facciano apposta. Ma non è forse molto più grave di dimenticare delle cartelline sulla capotte dell’automobile e partire dopo avere chiuso il garage, seppure con dei soldi dentro? Alla fine al massimo ci rimette e molto chi li ha persi. Poi è ovvio che il sig Lo Scalzo ha avuto un comportamento onesto e da imitare, penso che su questo siamo tutti d’accordo.

          2. imprevisti

            Finalmente qualcuno ha capito cosa volevo dire. Nel mondo c’è addirittura chi dimentica i bimbi in auto sul seggiolino, e non vuol dire che non amassero i bambini, a volte le tante cose da fare fanno brutti scherzi al cervello. In questo caso non è morto nessuno. E il signor Lo Scalzo si è comportato in maniera più che corretta, questo è evidente a tutti.

        2. elisabetta

          Il mondo non ha scordato nulla…voglio dire sono tanti che senza farsi nptare da lei operano nel meglio…magari potrebbe parlare per se stessa o i suoi amici e parenti ma non puo’ parlare per il mondo.Nel mondo c’ e’ chi ha riusato l’ immondizia e ne ha fatto un’ isola vivibile, c’e’ chi combatte il razzismp il bullismo la mafia ecc.non ci sono solo menefreghisti.E sappia che io del mondo controllo e mi sono documentata sui terremoti da quello avvenuto dell’ Aquila ….e anche per qlli del sud Italia, ho iniziato a fare riciclo e mercatini anche per sensibilizzare le persone, non solo, ma non importa …io sono delmondo come lei.Mia mamma gia’ 35 anni fa mi diceva di consumare poca acqua perche’ non e’ una risorsa inesauribile e aveva fatto solo le scuole elementari.Noi del mondo.

          Risposta
          1. imprevisti

            Ecco, veramente non ho mai pensato che non esistano persone che fanno volontariato nel mondo, visto che nel mio piccolo lo faccio anche io. Quello che mi ha stupito è come si scateni la gogna pubblica per un fatto che ringraziando è finito bene, mentre accadono cose ben piu irreparabili e gravi. Forse non ho spiegato bene il mio pensiero.

        3. Cutropeiz

          Ignoranti e polemici….
          Che schifo….
          Veramente orripilanti!
          Braccia rubate all’agricoltura con tutto il rispetto per i contadini.

          Risposta
  9. imprevisti

    …. e per concludere il mio commento, aggiungo che tra qualche giorno, a qualcuno si forerà la ruota dell’auto, a qualcun’altro andrà a finire il gattino in un tombino, a un altro ancora fioriranno i gerani sul balcone ed ecco che allora finalmente ci sarà altro da commentare.

    Risposta
  10. Giacomo

    Esiste un moderatore che calmi un pò le acque? Imprevisti è un pò fuori tema! Felice comunque che sia un lieto fine!

    Risposta
    1. Super Pippe

      Pensa al povero moderatore che deve leggersi (e cercare di capire) certi pipponi kilometrici sconclusionati.

      Risposta
  11. Marco

    certi commenti sono da demenza pura . vi occorre un tso e una assenza coercitiva da FB per almeno 10 anni.

    Risposta

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione