VENAUS, PROVA AD AMMAZZARE I VICINI CON LA SPRANGA: ARRESTATO

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Radiomobile di Susa hanno arrestato per tentato omicidio Roberto Corona, pensionato 61enne residente a Giaveno. L’uomo, che fino a pochi giorni prima aveva abitato in una delle villette di via Roma a Venaus, a causa di vecchi rancori e dissidi tra vicini (che duravano da quasi 10 anni) ha prima bloccato la strada alla sorella del suo ex vicino, Elisa Caffo, trentenne, che in quel momento era in auto, e poi con una chiave in ferro (utilizzata di solito per effettuare il cambio pneumatici) ha sfondato il lunotto posteriore della vettura. La giovane, impaurita, é scappata fuori dall’auto per raggiungere l’abitazione del fratello Emanuele Caffo, ex vicino di Corona, che lavora in Comune come operaio. Sembra che, secondo indiscrezioni, fosse proprio lui l’obiettivo dell’aggressore, e che l’uomo si fosse informato poco prima con dei passanti di Venaus, chiedendo loro dove potesse trovarlo in paese. Purtroppo la giovane non é riuscita a sfuggire all’aggressione di Corona, che l’ha colpita al collo con violenza utilizzando la chiave in ferro. Anche il fratello della giovane, che intanto era uscito da casa per darle soccorso, veniva colpito alla spalla ed alla schiena. Per fortuna alcuni passanti che hanno assistito alla scena, sono intervenuti per immobilizzare l’aggressore e disarmarlo. Entrambe le vittime hanno riportato ferite, con una prognosi di cinque giorni. Corona é stato portato in carcere.


One thought on “VENAUS, PROVA AD AMMAZZARE I VICINI CON LA SPRANGA: ARRESTATO

  1. pino

    la violenza non è mai giustificata a meno che non si è stati colpiti per prima e per difesa personale usare i suoi stessi metodi
    preferisco mandare in ospedale il male intenzionato che andarci io gratuitamente con le ossa rotte
    per quanto riguarda quello che ha detto sulla tav condivido IL FATTO che loro: ESPROPIANO-EDIFICANO si auto licenziano e buttano cemento dove e quando vogliono e noi per poter fare in piccolo box sulla nostra propietà dobbiamo compilare carte su carte bolli su bolli domanda su domande e quando va tutto bene comodamente dopo mesi ti danno una risposta quasi sempre negativa perche ci sono mille motivi e se miracolosamente dovessero accettarlo cominciano a chiederti soldi su soldi con tante voci che non sapevi che esistessero per spillarti fini all ultimo centesimo.IO credo che quando si va in casa degli altri bisogna bussare ed aspettare che ti fanno entrare senza buttargli giù la porta come stanno facendo.qui da me se non bussano SICURAMENTE entrano

    Risposta

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione