VILLAR DORA, CARENA SI RIPRESENTA: ECCO COSA PROMETTE

Numerose persone hanno affollato la casa delle associazioni di via Pellissiere per la presentazione della lista “Carena per Villar Dora” che sostiene la candidatura del sindaco uscente Mauro Carena alle prossime elezioni amministrative. “Una lista caratterizzata da un forte rinnovamento”, ha spiegato l’ex sindaco di Moncenisio ed ex presidente della Comunità Montana Alta Val Susa. L’unico nome che si ripropone dalla passata amministrazione, candidato sindaco a parte, infatti, è Massimiliano Tilotta. Gli altri sono tutti nomi nuovi. L’età media è 47 anni.
“Il mio grazie va prima di tutto a chi, con me, ha terminato questo mandato. Abbiamo lavorato bene. Grazie anche alle associazioni di Villar Dora e soprattutto a tutti quelli che hanno fatto del volontariato”, ha esordito il sindaco uscente, pronto a fare il secondo mandato.
“Ci siamo messi in gioco e credo che in Villar Dora questa amministrazione uscente abbia fatto delle cose speciali. In cinque anni abbiamo realizzato opere pubbliche per 2,6 milioni di euro, in un periodo dove a Villar Dora non si è costruito quasi niente di nuovo e i trasferimenti a Comuni sono stati azzerati. Questi 2,6 milioni non tengono conto di tutti i servizi che comunque sono stati garantiti a prescidere – prosegue Carena – Abbiamo fatto un grande lavoro in termini di pulizia e sistemazione degli arredi. Lo abbiamo fatto perché crediamo sia bello vivere in un posto valorizzato e ben tenuto. Abbiamo lavorato per la tutela della collina, per il mantenimento agricolo di Piotere, per la sicurezza delle nostre scuole e la cultura. Tutto questo senza toccare l’Imu e senza mettere addizionali si nessun tipo di imposta. Questi sono I risultati e io vorrei che si continuasse così”.
Il programma della lista di Carena vuole essere condiviso: attraverso una serie di incontri, una mail (carenapervillardora@gmail.com) e una pagina Facebook, i candidati stanno raccogliendo idee e proposte.

Ecco i candidati:
Massimiliano Tilotta, 68 anni, dal 1983 vive a Villar Dora, da anni è impegnato come nonno vigile e in molte alre associazioni. “Voglio continuare ad essere con questa squadra – ha detto – Nei passati cinque anni ho dato il massimo e continuerò a farlo”.

Antonella Brancale, 51 anni, agente di commercio con due figli di 15 e 20 anni. Vive a Villar Dora da 10 anni.
“In questi 5 anni ho visto Villar Dora cambiare – ha detto – Noi vorremmo essere la continuità. Ho sempre mato occuparmi del sociale, ho lavorato molto nell’associazionismo e di questo mi piacerebbe occuparmi anche in futuro.
Mi piacerebbe veder nascere in Villar Dora un’ associazione di artigiani e commercianti, aprire uno sportello informativo per il lavoro e per gli anziani”.

Aldo Calliero, 76 anni, vive a villar Dora da sempre. Fa parte del gruppo Alpini di Villar Dora e Susa. “Sono stato in amministrazione per diversi anni, vorrei mettere la mia esperienza al servizio di tutti”.

Barbara Ferrero, 43 anni, figlia di Livio Ferrero, nome storico di Villar Dora. “Villar Dora ha le carte per diventare la persla della valle di Susa. La nostra lista rappresenta a 360 gradi tutta la società di Villar Dora e siamo in grado di dar voce a tutte le categorie sociali – ha detto – Ho scelto di candidarmi anche perchè so che mio padre sognava di lasciarmi questo testimone”.

Franca Gerbi, 60 anni, da 12 anni vive a Montecomposto. “Vorrei poter contribuire a guidare il futuro ripercorrendo il percoso solcato da mio padre, molto sensibile alla via sociale villardorese. Fu mio padre a contribuire all’apertura dello svincolo della tangenziale Ovest”.

Alessio ippoliti, 21 anni, laureando in scienze della mediazione linguistica. “Spero di poter rappresentare i giovani – ha spiegato – Vorrei occuparmi di tematiche giovanili e creare un’associazione per organizzare momenti di autogestione dei giovani con dibattiti, festival usicali e sport. Poi vorrei sensibilizzare Villar Dora sul ema dell’interculturalità dando ai giovani la possibilità di imparare le lingue con scambi culturali. Sono pronto a mettermi in gioco per il mio paese”.

Simone Rocci, 28 anni, da 22 anni vive a Villar Dora e di professione fa il margaro. Credo che villardora abbia molte potenzialità. Tra le priorità credo ci debba essere il recupero delal collina magari realizzando piste per mezzi agricoli e biciclette. Vogliamo una Villar Dora pulita.

Fulvio Rolando, 42 anni, tre figli, imprenditore in bassa val di Susa. “Vorrei mettere al servizio della comunità le mie competenze – ha detto presentandosi – Vorrei creare uno sportello per per i commercianti, individuare un’area mercatale più idonea per far decollare il mercato a Villar Dora. Tutti modi per valorizzare il commercio loale”.

Paola Sappa, 48 anni, due figli, infermiera, è un nome conosciuto a Villardora dove da anni è una delle volontarie della biblioteca comunale. “Amo tantissimo fare questo tipo di attività. Con questa amministrazione abbiamo raggiunto oltre 10mila testi in biblioteca e ampliato gli spazi dedicati alla lettura. Spero di poter fare qualcosa in quest senso – ha concluso – dedico la mia candidatura a mio suocero, l’amato Renzo Richetto”.

Norma Tabone, 42 anni, insegnante e responsabile della scuola elementare di Villar Dora. “Io a questa amministrazione comunale ho chiesto tanto, soprattutto in termini di sicurezza scolastica, e mi è sempre stato dato tanto. Vi chiedo la possibilità di portare avanti questo lavoro con tanta trasparenza”.

Nella rosa dei dandidati non compare il nome di Paola Baratta, assessore uscente all’istruzione e alla cultura. Baratta ha aperto la serata di presentazione della lista e ha voluto spiegare il perché della sua assenza. “Non voglio strumentalizzazioni ed è per questo che voglio spiegarvi perché non mi ricandido – ha detto – Ho problemi di salute e il medico mi ha imposto di condurre una vita tranquilla. Un’amministrazione intensa come quella appena trascorsa non me lo concederebbe. Grazie a tutti i miei compagni di avventura perché abbiamo lavorato molto. Voi cittadini mi avete dato tanto”.

20140506-223902.jpg

20140506-223905.jpg


Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione