11TH STREET PRESENTA I VANTAGGI DELLA CALDAIA IONICA INTEGRATA CON IL FOTOVOLTAICO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

fotovoltaico-11-th-street

Continuano gli appuntamenti con la società 11Th Street, unica distributrice in Italia della caldaia ionica Galan, che ci illustra i vantaggi dell’integrazione della caldaia con i sistemi fotovoltaici.

Per capirne di più abbiamo chiesto ai tecnici della casa madre Galan di spiegarci perché la caldaia ionica è perfetta per le abitazioni dotate di pannelli fotovoltaici.

“La caldaia ionica è un dispositivo senza resistenze che produce calore alimentandosi con l’energia elettrica. Per chi ha installato i pannelli fotovoltaici questo vuol dire poter alimentare la propria caldaia utilizzando l’energia prodotta con il proprio impianto. Ne consegue quindi che il risparmio è ancora più elevato” – ci spiega uno dei tecnici della Galan Industries, l’azienda francese che produce la caldaia. Questo binomio è attualmente già installato in impianti integrati di diverse abitazioni.

L’energia che produce normalmente un impianto fotovoltaico di un’abitazione è decisamente superiore rispetto al consumo della stessa e accade quindi che l’energia in eccesso venga immessa in rete. Tale immissione viene conteggiata dal contatore nella voce immissioni. Analogamente nei momenti di non produzione dell’impianto fotovoltaico, tipicamente di notte, l’abitazione attinge alla rete per il suo fabbisogno di energia. “Avviene pertanto uno scambio che attualmente è sfavorevole per chi immette energia in rete, infatti il GSE, l’ente preposto al conteggio e al pagamento, rimborsa sempre meno l’utente rispetto al passato, attualmente si parla in media di soli €.0,05 per l’energia immessa in rete.” – afferma William De Groskovskaja, amministratore unico di 11ThStreet.

fotovoltaico

 Per chi decidesse di installare la caldaia ionica e fosse già dotato di pannelli fotovoltaici l’integrazione consentirebbe quindi di utilizzare l’energia autoprodotta per il riscaldamento della propria casa aumentando così l’autoconsumo dell’energia del fotovoltaico. Inoltre è possibile recuperare l’energia immessa in rete con un piccolo apparecchio chiamato PAD (Photovoltaic Automatic Dimmer) che consente l’alimentazione di uno o due resistenze poste nel boiler, per riscaldare ulteriormente l’acqua sanitaria e supportare il riscaldamento con l’energia pulita e gratuita del fotovoltaico.

Grazie a questa integrazione si rovesciano anche le abitudini nella programmazione degli orari di accensione e spegnimento del riscaldamento. “Grazie all’energia prodotta dai pannelli è possibile tenere il riscaldamento acceso tutto il giorno ad una temperatura costante evitando così che la casa si raffreddi troppo. Questo vuol dire che quando arriviamo la sera a casa dopo una giornata di lavoro, anche se l’impianto fotovoltaico non produce, la casa avrà accumulato calore che rilascerà alla sera. E anche se dovesse essere necessario riscaldare ulteriormente la casa di sera, il consumo di energia attinto dalla rete sarà comunque minimo rispetto a riscaldare una casa il cui riscaldamento è stato spento tutto il giorno” – ci illustra in maniera semplice il tecnico di Galan Industries.

C’è da sottolineare che poi molto dipende anche da come è isolata termicamente la casa e di fatto si può passare da un utilizzo pari a zero di corrente da contatore ad un massimo di 2-3 ore al giorno. Se poi l’impianto fotovoltaico è corredato di batterie di accumulo, il consumo può anche essere pari a zero.

Per chi volesse saperne di più sull’integrazione tra impianti fotovoltaici e caldaia ionica può contattarci all’ indirizzo energy@11thstreet.eu  , visitare il sito www.11thstrret.eu o chiamare il numero 011 190 12 115 per fissare un appuntamento per una consulenza.

(Inf. Pubb.)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.