A CESANA UNA PISTA DI SCI DA 1 MILIONE DI EURO: COLLEGHERÀ IL CENTRO PAESE CON I MONTI DELLA LUNA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

Una nuova pista di sci dai Monti della Luna al centro di Cesana. È questo il progetto finanziato dal Tesoretto Olimpico di Torino 2006, richiesto dal Comune alla Fondazione XX Marzo. La pista partirà in quota, dall’area dei Monti della Luna partendo da Sagnalonga, scendendo fino al ponte della Dora vicino a viale IV Novembre, a pochi metri della partenza della telecabina che collega Cesana a Sansicario.

La nuova pista migliorerà l’offerta sciistica di Cesana, che finalmente avrà una discesa in centro paese, e i flussi tra l’area sciabile del Fraiteve e quella dei Monti della Luna: la nuova pista, accessibile anche ai principianti, non sarà solo di rientro. Il tracciato partirà da Sagnalonga e riprenderà per una parte un tratto della pista già esistente, sino ad arrivare alla partenza della seggiovia quadriposto Rafuyel. Da lì in poi sarà realizzata una pista totalmente nuova che attraversa il Massarello per scendere fino al ponte sulla Dora. Il costo complessivo dell’opera, comprensiva dell’impianto di innevamento, è di oltre un milione di euro: i lavori partiranno nel 2015 con l’obiettivo di inaugurarla per la stagione sciistica 2015/2016.

L’area del bob? Utilizzata solo nella parte bassa

Sempre a Cesana, il Consiglio Comunale ha deciso all’unanimità di non procedere alla riattivazione dell’impianto olimpico di bob, visti i costi elevatissimi ripristino e di gestione, ma di impegnare i fondi ad essa destinati (circa 6 milioni di euro) in altri interventi di interesse pubblico, già richiesti dal Comune. Contestualmente il Comune di Cesana Torinese è disponibile a prendere in gestione “il fabbricato” dell’impianto di spinta in con le due linee indoor che consentono, in tutte le stagioni, la prova della partenza su ghiaccio da parte degli atleti. Ad ottimizzazione della resa della refrigerazione della pista, tra le proposte da valutare, c’è anche la realizzare un “patinoire” su ghiaccio, altra attrattiva turistica estremamente interessante. Il Comune di Cesana ha inoltre richiesto la costituzione di un tavolo di lavoro assieme a Regione Piemonte, Provincia di Torino, Fondazione 20 Marzo e società Parcolimpico per elaborare ipotesi di riqualificazione del sito.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

    • Visto che la”via lattea” comprende anche Cesana,paese abitato da bipedi,quadrupedi,vecchi, bambini,esercenti,commercianti,eccetera,che quel poco di sostentamento,lo traggono dalla villeggiatura,un tempo turismo,che la neve in anni “normali”sul tracciato della 90,tiene fino all’abitato per tutta la stagione invernale,che in piu’ e’ un paesino abitato da sempre 2000 anni di storia lo dimostrano,al contrario della gran parte dei comuni o pseudofrazioni che toccano le varie piste di sci,s’arrogherebbe il diritto di usufruire del finanziamento . Certo che il tracciato, attualmente senza innevamento artificiale e con pendenze considerevoli, e’ arduo da battere e la vecchia pista era oltre che piu’ bella,commercialmente piu’ vantaggiosa, perche’ dava la possibilita’,di fare un piccolo campo scuola,di arrivare praticamente in paese. Dove e’ ora serve prevalentemente, a tenere unita la “via lattea”e a far vendere,vacanze,stagionali, settimanali alla “Sestrieres”societa’ che oltre a spendere ben altre cifre,molto spesso “soldi pubblici,”ci caga sistematicamente in testa.Dunque ringrazio sentitamente la giunta che contro tutto e tutti,ha finalmente provato a fare qualche cosa per il paese.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.