A BARDONECCHIA LA MOSTRA “GUERRA SULLE ALPI, DALLO CHABERTON AL VALLO ALPINO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO DEL TURISMO DI BARDONECCHIA

BARDONECCHIA – Lungo l’intero arco alpino, a cavallo tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale sono state costruite numerose fortificazioni per difendere il territorio da eventuali attacchi. Forti, fortezze e bunker che sono stati edificati anche in Alta Valle di Susa, su un vasto territorio che dopo la dichiarazione di guerra del 1940, divenne teatro di guerra, costruzioni armate i cui resti, che, sia pure smantellati dopo la guerra, sono tutt’ora meta di visite da parte di un crescente numero di turisti italiani e stranieri, molti dei quali attenti spettatori alle interessanti conferenze, tenute sul territorio da appassionati e da esperti studiosi.

Sull’onda di questo crescente interesse, l’Associazione “Monte Chaberton-515ª Btr. GaF (Batteria Guardia alla Frontiera)”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Bardonecchia, e il contributo di alcuni volontari, hanno allestito al Palazzo delle Feste di piazza Valle Stretta, la mostra intitolata “Guerra sulle Alpi, dallo Chaberton al Vallo Alpino”, che verrà inaugurata nella mattinata di domenica 2 agosto alle ore 11.

La mostra storica permanente, frutto di anni di ricerche e studi, espone in un’area facilmente accessibile, reperti, fotografie, materiali storici ed uniformi, equipaggiamenti, uniformi  dell’epoca, stampe, riviste e giornali, cartine geografiche militari, modellini didattici delle fortificazioni, le testimonianze dei duri scontri che videro protagonisti i militari italiani, alpini e fanti, impegnati lungo il tratto del Vallo Alpino, dal Monte Chaberton, alle fortificazioni edificate nelle valli Stretta, Rho, Frejus e di Rochemolles, con uno spazio espositivo dedicato alle operazioni militari e agli eventi bellici svoltesi in Nord Africa.

“Sono molto orgoglioso del Progetto – afferma Emanuele Mugnaini, presidente dell’Associazione – che consente un approccio a quei quindici giorni di guerra che nel giugno del 1940 sconvolsero la tranquillità delle vallate alpine e che videro le fortificazioni in prima linea, preludio agli eventi ben più gravi che si sarebbero verificati negli anni a venire. Il mio ringraziamento va all’Amministrazione Comunale di Bardonecchia che ci ha concesso gli spazi espositivi e ai tanti appassionati, tra cui molti ragazzi dell’Alta Valle, che si sono prodigati nella realizzazione dell’allestimento. Siamo inclusivi, mai esclusivi”.

“La nostra associazione, in futuro – spiega Riccardo Tabasso, vice presidente – intende organizzare e condurre in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Ufficio del Turismo, eventi ed appuntamenti culturali inerenti alla storia militare e delle fortificazioni”. La mostra, con ingresso gratuito, è visitabile durante i giorni di apertura del Palazzo delle Feste di Bardonecchia in piazza Valle Stretta.

Per maggiori informazioni contattare il numero telefonico 338-6141121, scrivere un e-mail all’indirizzo info@montechaberton.it oppure visitare la pagina Facebook Monte Chaberton-515 Batteria Guardia alla frontiera e il sito www.montechaberton.it.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.