A BUTTIGLIERA ALTA UN CONVEGNO SULL’ALZHEIMER

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

riceviamo dalla COOPERATIVA C.S.D.A.sc

BUTTIGLIERA ALTA – Si è svolto venerdì 17 novembre il convegno dal titolo “Quale benessere quando la memoria se ne va” organizzato dalla Cooperativa C.S.D.A.sc di Buttigliera Alta, ente gestore del presidio socio assistenziale “Villa San Tommaso”. Presso la sala consigliare del comune, ha visto un’ampia partecipazione di operatori dei servizi socio sanitari del territorio e dei familiari di persone affette da patologia di Alzheimer e demenze correlate.

Patrocinato dall’ASL To3, dalla Città Metropolitana, dal Consorzio Socio-Assistenziale Con.I.S.A “Valle Susa”, dal comune di Buttigliera Alta, dagli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Psicologi, Assistenti Sociali, ha saputo mettere intorno allo stesso tavolo tutti gli attori del sistema che si sono così potuti confrontare sulle esperienze in atto e sulle possibili migliori  risposte terapeutiche, sia sanitarie che sociali.

Si è parlato della specificità del territorio della Valle di Susa: un territorio dove la coesione sociale e la rete familiare assumono una valenza terapeutica importante, di cui gli stessi operatori ne tengono conto nel loro lavoro, e che consente di mettere al centro del programma terapeutico e di sostegno sociale la persona malata ed i suoi bisogni, per creare le migliori condizioni possibili di benessere.

Ed è proprio sul ruolo terapeutico dei familiari che si è incentrato il convegno, che vedrà un seguito a cura della Cooperativa C.S.D.A.sc. Infatti, sono in fase di realizzazione incontri mensili dedicati ai familiari mirati a fornire loro strumenti operativi e tecniche che facilitino la permanenza in casa del proprio caro malato.

Sono intervenuti, in qualità di relatori e portatori di esperienza, il Direttore del Distretto Sanitario Val Susa e Val Sangone Mauro Occhi, la Direttrice del Consorzio ConI.S.A. “Valle di Susa” Anna Abburrà, la psicologa Barbara Cappellero, la Neurologa Maria Teresa Giordana, il Geriatra Fausto Fantò, il Coordinatore delle attività sanitarie Piero Genovese, l’Assistente sociale Responsabile Area Disabili e Anziani  Liliana Silvestri, la Dottoressa Marcella Mansuino, la psicologa Brigida Perugini e l’Educatrice Roberta Ravizza. Infine una testimonianza di un familiare, la signora Manuela Massola, ha portato la sua esperienza personale nella gestione della malattia del papà presso il domicilio.

Importanti contributi sono giunti anche dalle Autorità presenti quali il sindaco di Buttigliera Alta Alfredo Cimarella e l’Assessore Laura Saccenti, oltreché dai Consiglieri Regionali Alfredo Monaco e Antonio Ferrentino.

La Direttrice della Cooperativa C.S.D.A.sc Anna Adamante, durante il discorso conclusivo, ha ringraziato tutti i relatori ed i partecipanti al convegno, un particolare ringraziamento è stato riservato a Mauro Occhi, Anna Abburrà, Piero Genovese e a Liliana Silvestri, poiché grazie alla loro partecipazione ed ai loro interventi, si è confermata la volontà di una collaborazione sinergica tra enti ed organizzazioni del territorio, finalizzata alla presa in carico di un numero sempre maggiore di pazienti, attraverso soluzioni nuove ed innovative.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.