A CESANA ALCUNI GRANDI NOMI DEL GIORNALISMO E DELLA CULTURA: GRAMELLINI, MICHELE SERRA, GIOVANNA ZUCCONI E ZAGREBELSKY

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

L’imprenditore cesanese Alessandro Fossato organizza una serie di incontri culturali a ingresso libero presso il suo negozio “GRIALALTRO” di Via Roma, 13 a Cesana. Protagonisti alcuni nomi importanti del giornalismo italiano e della cultura. Si inizia lunedì 18 agosto 2014 ore 21.15, con Elena Bosca, che
presenta il suo ultimo libro “Sweet Love – La ragazza delle torte” (La Corte editore).

Venerdì 22 agosto alle ore 21.15 ci sarà invece la giornalista Giovanna Zucconi, che dialoga di cultura con il costituzionalista Gustavo Zagrebelski.

Sabato 23 agosto, sempre alle ore 21.15, sarà a Cesana il famoso editorialista del quotidiano La Repubblica Michele Serra, che presenta il suo libro “GLI SDRAIATI” (Feltrinelli Editore) con la partecipazione di Giovanna Zucconi e Massimo Gramellini.

I PROTAGONISTI

Elena Bosca
figlia e sorella d’arte: suo padre, Sergio Bosca, è il Maestro Pasticciere della Pasticceria Bosca di Canelli (Asti), vero punto di riferimento dell’arte dolciaria piemontese. Il fratello è l’attore Andrea Bosca, che a quella per la recitazione unisce la passione per il food. Oltre ad essere l’autrice del romanzo Sweet Love – La ragazza delle torte, Elena Bosca è anche fra i nuovi volti di Real Time: con il programma My Cake Design – la battaglia dello zucchero a fianco di Renato Ardovino.

Giovanna Zucconi
è una giornalista, che ha lavorato sia per la carta stampata (La Stampa e L’espresso, ad esempio) che per la radio e la televisione , nell’ideazione e conduzione di differenti programmi culturali (Totem, Gargantuà, Chetempochefa, Sumo). Fondatrice e anima della casa profumiera Serra&Fonseca.

Gustavo Zagrebelsky
Di origine russa, è fratello minore del magistrato Vladimiro Zagrebelsky. Socio Costituzionalista dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, già professore ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università di Torino e presso l’Università degli studi di Sassari, è stato nominato giudice costituzionale dal presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro il 9 settembre 1995, prestando giuramento il 13 settembre 1995. Il 28 gennaio 2004 è stato eletto presidente della Corte costituzionale, carica che ha ricoperto fino allo scadere del suo mandato il 13 settembre 2004.
Zagrebelsky è attualmente docente di Diritto costituzionale e Teoria generale del diritto pubblico presso la Dipartimento di Giurisprudenza di Torino e docente a contratto presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Michele Serra
è nato a Roma nel 1954. Titolo di studio maturità classica. Vive e lavora tra Milano e Bologna. Ha cominciato a scrivere a vent’anni sull’“Unità”, nella quale era entrato come dimafonista. Prima inviato, poi corsivista e commentatore, dal 1997 scrive sulla “Repubblica” e dal 2002 anche sull’“Espresso”. In passato ha collaborato a molte testate, tra le quali “Epoca” e “Panorama”. Nel 1991 ha fondato “Cuore”, settimanale satirico che ha diretto fino al 1994. Come autore, ha scritto testi teatrali per Antonio Albanese, Luca De Filippo, Beppe Grillo, Claudio Bisio, Milva, Davide Riondino e Andrea Brambilla. In televisione ha lavorato con Adriano Celentano, Gianni Morandi, Luciana Littizzetto e molti altri artisti. Da diversi anni è co-autore della trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa. Per Feltrinelli ha pubblicato due raccolte di poesie (Poetastro nel 1993 e Canzoni politiche nel 2000), due romanzi (Il ragazzo mucca, 1997; Gli sdraiati, 2013), due libri di racconti (Il nuovo che avanza nel 1989 e Cerimonie nel 2002, che ha vinto il premio Procida), tre raccolte di corsivi (Che tempo fa nel 1999, Tutti i santi giorni nel 2006 e Breviario comico. A perpetua memoria nel 2008 e in edizione ampliata nel 2011), un reportage di viaggio (Tutti al mare, 1990), una raccolta di falsi d’autore (44 falsi, 1991) e, nella collana digitale Zoom, L’assassino (2013).

Massimo Gramellini
Nato a Torino da una famiglia originaria della Romagna, all’età di nove anni perde tragicamente la madre, episodio che lo segnerà profondamente. Frequenta il liceo classico presso l’Istituto San Giuseppe di Torino, e dopo gli studi in giurisprudenza, nell’autunno del 1985 incomincia a collaborare con la redazione torinese del Corriere dello Sport-Stadio. Un anno dopo viene assunto come praticante nella redazione sportiva del quotidiano milanese Il Giorno, dove racconta il primo scudetto del Milan di Silvio Berlusconi e i principali tornei di tennis del mondo.
Nel dicembre 1988 si trasferisce alla redazione romana de La Stampa, con frequenti trasferte a Napoli per seguire le attività sportive e non di Maradona. Continua a scrivere di sport fino ai Mondiali del 1990, durante i quali un suo articolo su Gianluca Vialli provoca il silenzio-stampa della Nazionale. L’anno seguente passa dal calcio alla politica, diventando corrispondente da Montecitorio. Da lì racconta la stagione di Mani pulite e la nascita della cosiddetta Seconda Repubblica. Nell’estate del 1993 è inviato di guerra nella Sarajevo sotto assedio.
Nel 1998 torna a Milano per dirigere Specchio, il settimanale de La Stampa, dove dirige tra l’altro una rubrica di posta sentimentale, Cuori allo Specchio. L’anno successivo è di nuovo a Roma e dal 12 ottobre 1999 incomincia a scrivere sulla prima pagina de La Stampa, in taglio basso, il Buongiorno: un corsivo di ventidue righe a commento di uno dei fatti della giornata. La rubrica, negli anni, si impone come un cult.
Nell’ottobre 2005 lascia Roma e ritorna a Torino per assumere la vicedirezione de La Stampa. Collabora con la trasmissione televisiva Che tempo che fa di Rai Tre, dove ogni sabato sera commenta con Fabio Fazio sui sette personaggi o fatti più importanti della settimana.
Ha pubblicato alcuni saggi che trattano della società e della politica italiana, un almanacco sui 150 anni della storia d’Italia (con Carlo Fruttero) e due serie di racconti sulla sua squadra del cuore, il Torino. Il 29 aprile 2010 è uscito il suo primo romanzo, L’ultima riga delle favole, una favola esoterica sull’amore che in Italia ha venduto oltre 250 mila copie ed è stata tradotta in vari Paesi. Il primo marzo 2012 è uscito il suo secondo romanzo, Fai bei sogni, che è risultato il libro più venduto del 2012, con oltre un milione di copie

IMG_6378-0.JPG

IMG_6379.JPG

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.