A SANT’AMBROGIO LO SPETTACOLO “A RIVEDER LE STELLE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA “BORGATE DAL VIVO”

SANT’AMBROGIO DI TORINO – La quinta edizione del Borgate dal Vivo Festival parte da un luogo magnetico, la Sacra di San Michele a Sant’Ambrogio di Torino nel segno della speranza. Abbiamo immaginato di poter mutuare da Dante Alighieri un’espressione che racconta di ri-apertura, di ri-partenza, di ri-nascita.

Un ritorno alla vita insieme, seppure nel rispetto di norme che, almeno per qualche tempo, ci obbligheranno a rispettare regole di distanziamento sociale per la sicurezza nostra e degli altri.

Ma non rinunciamo alla bellezza ed è per questo motivo che sabato 27 giugno, protetti dalla potenza della Sacra di San Michele, in diretta streaming, a partire dalle ore 21.30 sulle pagine Facebook di Borgate dal Vivo e della Sacra di San Michele, il performer Saulo Lucci reciterà l’ultimo canto della Divina Commedia. La violinista Elisabetta Bosio eseguirà alcuni brani di musica classica.

Borgate dal Vivo Festival prende per mano coloro che, nonostante tutto avranno voglia di ricominciare a nutrirsi di bellezza, a rialzare gli occhi al cielo. “A riveder le stelle”.

Saulo Lucci si diploma alla Performing Art University di Torino (PAUT) diretta da Philip Radice. Dopo diverse esperienze dal teatro di strada a quello di prosa, da Shakespeare al teatro dell’assurdo passando da Commedia dell’Arte, clown e parodie, approda al teatro di narrazione.

Dal 2014, grazie alla smisurata passione che si scopre a nutrire per la Divina Commedia dà vita a 34 diversi spettacoli sull’Inferno dal titolo Hell o’ Dante in cui Saulo canta, suona la chitarra e recita a memoria l’intero Inferno dantesco. Inoltre coltiva il suo amore per la musica anche in un progetto di cantautorato, in duo con Francesco Vigna.

Elisabetta Bosio è diplomata in violino presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino, si è perfezionata in musica folk in Francia a Lorient nela regione della Bretagna. Oltre ad un’intensa attività concertistica classica, è stata violinista titolare dal 2010 al 2016 nel gruppo torinese “Materdea” (suonando violino elettrico, Celtic rock).

Dal 2007 è membro del quartetto klezmer “Les Nuages Ensemble” (nel ruolo di contrabbassista), del duo balcanico “Les Mèli-Mèlo” con la fisarmonicista Alessandra Osella (con il violino) e del gruppo di musica antica irlandese Euron Ensemble formatosi nel 2012 con l’arpista e compositore Enrico Euron (con violino).

Nel 2014 nasce il duo “Elizabeth Lounge Project” con Cosimo De Nola nel quale propone musiche inedite e covers di brani riarrangiati in chiave lounge con l’ausilio del violino elettrico e del sequencer.

Attualmente collabora anche con i cantautori Federico Sirianni e Max Manfredi. Nasce inoltre nel 2017 l’Irish Coffee Meets Trio che presenta i più famosi e storici brani del repertorio irlandese.

collabora anche con i cantautori Federico Sirianni e Max Manfredi. Nasce inoltre nel 2017
l'Irish Coffee Meets trio che presenta i più famosi e storici brani del repertorio irlandese.

Per maggiori informazioni scrivere un e-mail all’indirizzo info@borgatedalvivo.it oppure visitare il sito www.borgatedalvivo.it.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.