A SANT’ANTONINO IL NUOVO SKATEPARK

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI SANT’ANTONINO DI SUSA

SANT’ANTONINO – Regalo di Natale dell’amministrazione comunale di Sant’Antonino di Susa ai ragazzi del paese. È stato aperto ed è quindi agibile, il nuovo Skatepark che si trova nell’area sportiva del Codrei.

Con una spesa di circa 30.000 euro il Comune ha provveduto a sostituire, considerata la sua obsolescenza, il vecchio impianto realizzato nel 2006. L’accesso al nuovo Skatepark, gestito direttamente dal Comune, continuerà ad essere gratuito.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

    • Penso che vedere una colata di cemento su un battito di cemento non sia un bel vedere quelli sono stati 30.000€ buttati per terra spero che gli assessori allo sport o chiunque ci sia dietro non si lamenti se la gente andrà a protestare per questa oscenità

    • Il problema è che la costruzione é sbagliata; ad esempio al posto della scale dovrebbe esserci una discesa perché prima c’è una Jump che serve per saltare… quindi sono strutture funzionalmente inutili

  1. Meglio di niente…no forse è proprio meglio il nulla rispetto a questa schifezza, che vergogna….per intenderci sarebbe come fare un campetto da calcio di 10 metri quadrati su ghiaia con le porte senza reti…oppure un campetto da basket col pavimento morbido e i canestri alti un metro.
    Non solo è uno spreco vergognoso, è proprio una gran presa per il c.

  2. 30mila euro no… avete fatto posare 2/3 strutture che a mio parere non sono da skate su quella vecchia superficie che ha ospitato un park storico e bellissimo che ha formato dei talenti veri in tutta la valle di Susa.. avete sprecato del denaro pubblico.. ma io mi chiedo cosa ci va a rendere pubblico un bando: avevate un budget di 30mila euro? Fate un bando chiedete ai comuni che hanno strutture similari che funzionano ( vedi Almese per esempio )
    Sempre la solita storia… e poi però si vedono i risultati! Un completo spreco di risorse per una struttura che non verrà utilizzata da nessuno! Siamo nel 2019 e purtroppo ancora a questi livelli… ( lo skateboard ha preso posto nelle Olimpiadi 2020 a Tokio premessa!)
    E l’Italia si presenta così! Con 30 mila euro altro che 3 rampette con misure a mio parere completamente a caso, senza un senso logico! Chiedete a chi ne sa per favore… disgustato

  3. Quali valutazioni avete fatto in Amministrazione, prima di investire questi soldi nel peggior modo possibile? I casi sono 2: o vi siete bendati e avete tirato a sorte tra le aziende produttrici. Se uno vuole fare uno skatepark fatto male gli viene meglio di così. Complimenti.

  4. VERGOGNA! nel 2018 con alle porte l ‘entrata dello skate come sport olimpico nel 2020 non ci si può permettere un’ignoranza cosi abissale. Forse negli anni 90 era accettabile. ripeto, vergognatevi.

  5. ennesimo esempio di come i soldi in italia si buttano al vento, raggiature delle rampe ridicole, dimensioni ridicolissime… con 30k potevate fare un impianto molto bello, invece avete sprecato dei soldi per delle strutture che si e no tra un anno ne varranno mille. 🙁

  6. Per chi non capisce di skateboard: questa “cosa” equivale a costruire un campo di calcio triangolare, in salita, con una porta sola, al centro.
    Tutte le persone coinvolte in questo progetto dovrebbero chiedere scusa alla comunità.

  7. Chiedete a qualcuno che pratica skateboard: vi dirà che è inutilizzabile.

    È come costruire un tavolo da ping pong alto 20 cm e con una rete di 2 metri.

    (forse dovevate chiedere prima di farlo.)

  8. Pensare che tra un anno e mezzo lo skateboard va alle olimpiadi.

    Questi scrivono “regalo di natale” e non capiscono che è solo un monumento all’incapacità…

  9. quale porcheria!!! ma davvero? sopratutto farne un articolo? vi piace tirarvi la zappa sui piedi? ci vuole uno skater per dire che quelle 2 oscenità valgono si e no 200€?

  10. Bella merda, complimenti per i soldi buttati e per la figura che fate fare all’italia all’estero per queste strutture inqualificabili. Informatevi prima di buttare i soldi nel cesso.

Rispondi a Alessandro Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.