ACCORDO TRA SINDACATI E UNIONE MONTANA VALSUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CGIL TORINO e UNIONE MONTANA VALLE SUSA

BUSSOLENO – L’Unione Montana Valle Susa e le OOSS sindacali Confederali CGIL CISL e UIL con il presente protocollo di relazioni, precisano i criteri e definiscono i fini ai quali intendono improntare le relazioni sindacali tra essi intercorrenti.

Le parti Unionne Montana Valle Susa e OOSS riconoscono l’utilità di un confronto di idee, cultura, esperienze e proposte per la definizione dei vari progetti attinenti le qualità della vita dei cittadini e lo sviluppo della valle nell’ambito delle reciproche responsabilità ed autonomie.

L?unione Montana Valle Susa considera le Confederazioni Sindacali CGIL CISL e UIL interlocutori significativi per il confronto rispetto ai programmi generali dell’Ente ed alla ottima qualità dei servizi.

Ferme restando le proprie responsabilità decisionali concorda con le OOSS sulla necessità di periodici confronti circa le tematiche di interesse dei cittadini quali:

  • Politiche degli appalti, avendo a riferimento il protocollo d’intesa sottoscritto tra la Regione Piemonte e CGIL CISL e UIL Piemonte e favorendo l’informazione e il confronto preventivi, allo scopo di salvaguardare il rispetto delle clausole sociali e per vigilare sull’applicazione dei contratti collettivi nella fornitura di beni e prestazioni agli enti pubblici di pertinenza.
  • Progetti e politiche attive riguardanti gli anziani, favorendo la costituzione presso i Comuni dei tavoli anziani e le politiche di buon vicinato, con particolare attenzione agli anziani economicamente svantaggiati, che vivono in luoghi con scarse possibilità di mobilità e altro ancora.
  • Politiche sociali e di contrasto all’esclusione sociale, rivolte alle fasce in difficoltà economica e sociale della popolazione.
  • Politiche dello sviluppo e dell’occupazione, confermando l’importanza del Tavolo Lavoro dell’Unione Montana Valle Susa, come luogo di conoscenza dei fenomeni occupazionali in corso e politiche di coordinamento tra i vari soggetti presenti, al fine di unificare le varie risorse e progetti in uno sviluppo di rete territoriale.
  • Politiche dei servizi, abitative, della mobilità, delle tariffe, favorendo politiche intercomunali tendenti ad armonizzare prestazioni e servizi erogati dai comuni sul territorio dell’Unione, per contenere i costi e migliorare la qualità della vita dei cittadini residenti.
  • Politiche di integrazione rivolte agli immigrati, ai profughi e richiedenti asilo valorizzando l’esperienza maturata in questi anni in Valle di Susa con la micro accoglienza.
  • Politiche educative e culturali relative al territorio e all’ambiente, difesa dei valori costituzionali e della Resistenza, favorendo gli elementi di solidarietà, aggregativi e partecipativi sul territorio dell’Unione Montana Valle Susa.

Le parti concordano di incontrarsi almeno due volte l’anno prima dell’approvazione del bilancio e quando si affrontino i temi sopra elencati e/o progetti specifici, quando una delle parti ne richieda la convocazione.

Con questo protocollo le parti intendono affermare gli obiettivi e la forma di concertazione territoriale e affermare l’utilità della programmazione partecipata, anche sulla base della positiva esperienza maturata nel Tavolo Lavoro dell’Unione Montana Valle Susa.

L’Unione Montana Valle Susa e le OOSS Confederali CGIL CISL e UIL a seguito al presente protocollo decidono di definire quanto prima un incontro dove affrontare le varie tematiche sopra riportate.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.