AD AVIGLIANA GLI INCONTRI “MUSICA PER DIVENTARE GRANDI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

del CENTRO GOITRE

AVIGLIANA – Partirà sabato 24 marzo “Musica per diventare Grandi” il nuovo progetto realizzato dal Centro Studi di Didattica Musicale Roberto Goitre di Avigliana in collaborazione con il Centro per le Famiglie Diffuso Valle di SusaCON.I.S.A. e con il patrocinio del Comune di Avigliana e di Nati per la Musica. Gli incontri, che si svolgeranno nella palestra della Fabrica ad Avigliana, pensati come “colazioni in cerchio” aperte a genitori, educatori ed operatori del mondo dell’infanzia, mirano a mettere in evidenza i benefici della musica sullo sviluppo del bambino sin dai primi giorni di vita. Negli ultimi anni infatti sono molti gli studi che hanno evidenziato e dimostrato come l’ascolto e la pratica musicale sin dai primi anni di età costituisca lo strumento privilegiato per lo sviluppo di tutte le attività psico-intellettive concorrenti alla formazione globale dell’individuo come ad esempio creatività, coordinazione motoria, capacità logico-matematiche ed imitative. La musica spesso viene sottovalutata o presa in considerazione solo come disciplina fine a sé stessa, e orientata esclusivamente alla produzione musicale in senso stretto. Il Centro Goitre, che da anni opera a contatto con bambini e ragazzi, da sempre sostiene che la musica è già parte del bambino e del suo patrimonio e per questo andrebbe promossa ed incoraggiata a partire dai primissimi mesi di vita.

Non si tratterà di dibattiti o conferenze piuttosto di momenti di dialogo e di scambio con esperti dell’area socio-sanitaria ed operatori musicali in un clima di condivisione e di ascolto reciproco in cui i genitori scopriranno le infinite potenzialità che la musica offre e quanto questa pratica possa portare benessere al bambino e a tutta la famiglia.

Si parte sabato 24 marzo alle ore 10 con l’incontro “Sulle note dell’affettività” in cui si approfondirà l’importanza della relazione affettiva per l’apprendimento e come questa possa essere stimolata e nutrita attraverso il dialogo musicale. Oltre ai docenti del Centro Goitre e responsabili ed operatori del Centro per le Famiglie Diffuso, che saranno presenti a tutti gli incontri, parteciperà Chiara Forno, psicologa dell’età evolutiva.

Sabato 5 maggio il tema dell’incontro sarà “Gioco, musica e movimento” a cui parteciperà Silvia Cucchi, musicista e Phd in neuroscienze e si metterà in evidenza la centralità del corpo nell’apprendimento e come la musica possa favorire lo sviluppo sensoriale e fisico attraverso il movimento libero e la libera esplorazione.

Si concluderà sabato 26 maggio con un Concerto per Famiglie e per bambini da 0 a 6 anni a cura di insegnanti e musicisti dell’Audiation Institute con il quale il Centro Goitre collabora da anni. Per la prima volta in Valsusa viene proposta questa modalità di partecipazione ad un concerto. L’esibizione è infatti pensata per essere fruibile anche dai bambini che potranno muoversi ed interagire liberamente con i musicisti che avranno cura di porgere l’offerta musicale all’interno di una cornice relazionale in cui i bambini e le loro modalità d’interazione saranno sempre tenute al centro. Anche gli adulti saranno coinvolti nella proposta musicale in modo da rendere lo spazio della musica uno spazio condiviso, affettivamente significativo per i bambini e parte del vocabolario espressivo familiare.

Lorella Perugia, presidente del Centro Studi di Didattica Musicale Roberto Goitre, presentando il progetto afferma: “Musica per diventare grandi è un progetto che abbiamo desiderato e in cui crediamo profondamente. Riteniamo che in un epoca storica caratterizzata da una crescente standardizzazione e omologazione e dominato dalla tecnologia sia fondamentale che la cultura, dalla musica alle arti in generale,  possa contribuire a sviluppare una mente libera, flessibile e creativa. Per questo ci facciamo promotori di un progetto di cultura musicale un po atipico ma che crediamo possa trovare un’ampia attenzione  su un territorio come quello della Valsusa e di Avigliana in particolare, sempre sensibile e aperto alle proposte culturali”.

Monica Lingua, responsabile del Centro per le Famiglie Diffuso,  aggiunge: “Abbiamo accolto con piacere l’idea di collaborare a questa iniziativa proposta dagli amici del Centro Goitre. Il progetto ci è parso, fin dalla sua presentazione, coerente con i principi che muovono il nostro operato. Vediamo in questa iniziativa una bella occasione per sostenere e valorizzare la relazione fra i genitori e i loro bambini, attraverso un’attività che si avvale  di strumenti creativi che possono rinforzare la nascita e lo sviluppo dell’intelligenza emotiva, di cui c’è sempre grande bisogno”.

 

La partecipazione a tutti gli incontri è gratuita, è necessario iscriversi inviando una mail all’indirizzo centrogoitreventi@gmail.com entro il mercoledì precedente ogni incontro.  I primi due incontri sono riservati ad adulti senza la presenza dei bambini, il concerto è aperto a tutte le famiglie e ai bambini in età 0-6 anni. Tutti i dettagli sul sito www.centrogoitre.com

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.