AEREO PRECIPITA AL MONCENISIO: LE FOTO DELL’INCIDENTE E DEI SOCCORSI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

MONCENSIO – Quattro feriti, di cui uno grave al Cto. È questo il bilancio finale dell’incidente aereo avvenuto lunedì 31 luglio a Moncenisio. I feriti sono tutti francesi: l’ustionato più grave è stato portato all’ospedale a Torino, gli altri in Francia. Ha ustioni di terzo grado su oltre il 50% del corpo ed è in prognosi riservata. Sul posto sono intervenute varie squadre dei vigili del fuoco, carabinieri, 118, soccorso alpino e croce rossa.

IL COMUNICATO DEL SOCCORSO ALPINO REGIONALE

Intorno alle 13.30 di oggi un aeroplano da turismo francese, decollato poco prima dal campo volo di Collegno, è precipitato in località Scale del Moncenisio, poco sotto l’omonimo colle in territorio francese a una quota di 1900 metri circa. La chiamata di soccorso è arrivata alla Centrale Operativa del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS Piemonte) che ha immediatamente dirottato sul posto l’eliambulanza 118 di stanza a Torino. L’elicottero è arrivato sul posto con a bordo Tecnico di Elisoccorso (CNSAS Piemonte), medico e infermiere che hanno constatato l’estrema gravità di almeno 2 passeggeri dei 4 di nazionalità francese che erano a bordo del velivolo. In particolare uno dei feriti, gravemente ustionato, è stato immediatamente condotto al Centro Traumatologico Ospedaliero di Torino in codice rosso. Nel frattempo sono arrivati sul posto anche gli elicotteri del 118 di stanza a Cuneo Levaldigi e del PGHM della Gendarmerie francese. L’equipe medica transalpina ha preso in carico l’altro ferito grave, mentre quella italiana si è occupata di una donna con trauma facciale la quale ha riferito di voler essere ricoverata nel proprio paese per comprensibili motivi organizzativi. Di conseguenza i feriti sono stati consegnati alle autorità del proprio paese e ospedalizzati. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, l’aeroplano potrebbe essere precipitato a causa di fitte nebbie che, soprattutto sul lato francese, causavano scarsa visibilità sulle creste di confine.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.