ALMESE, 230MILA EURO PER FAMIGLIE E MICRO IMPRESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI ALMESE

ALMESE – Mercoledì 28 luglio si è riunito in videoconferenza il Consiglio Comunale di Almese per discutere i punti posti all’ordine del giorno. Tra gli elementi centrali, l’aggiornamento della terza variazione di bilancio e salvaguardia degli equilibri relativi al bilancio di previsione 2021-2023, con relativa approvazione del Piano Comunale di Ripresa e Resilienza (PCRR) per le agevolazioni da destinare a cittadini e micro imprese che hanno subìto danni economici durante l’anno 2021 a causa della pandemia.

Sulla base delle misure adottate a livello nazionale, il Comune di Almese destinerà 230.000,00 euro di fondi a famiglie e micro imprese in difficoltà – cifra che va a sommarsi ai 65.000,00 euro erogati nei mesi scorsi ai residenti meno abbienti, sottoforma di buoni alimentari – che verranno così ripartiti:

26.935,95 euro per il pagamento dei canoni di locazione e utenze domestiche, inclusa la bolletta TARI.

41.180,32 euro per le detrazioni TARI alle utenze non domestiche, con riduzione del 50% per chi ha dovuto chiudere l’attività per più di 3 mesi, del 30% per chi ha chiuso per meno di 3 mesi o ha avuto limitazioni.

73.342,00 euro per detrazioni TARI alle utenze domestiche, legate all’indicatore ISEE. Per un Isee pari o inferiore a 8.265 euro, viene applicato uno sgravio del 50% sul totale della tariffa, che quindi verrà dimezzata; per un ISEE che va dagli 8.265,01 euro ai 12.000 euro, la detrazione è del 25%; se invece l’Isee è compreso tra 12.000,01 euro e 16.000,00 euro, lo sgravio sarà del 15%.

15.270,90 euro per detrazioni Centri estivi e progetto Giò volontari, legate all’indicatore ISEE, di cui 8.000 per le famiglie che hanno mandato i loro figli ai centri estivi.

80.000,00 euro per l’applicazione di avanzi dal “Fondone Covid” e cifre residue da detrazioni TARI per ristori alle micro imprese che hanno avuto un calo dell’utile 2020, rispetto al 2019, di almeno il 25% (1.000,00 euro a testa + 500,00 euro se la sede dell’attività è in affitto + 200 euro per spese di adeguamento dell’attività a normativa Covid documentata da fatture).

Il Bando per la richiesta delle agevolazioni sarà disponibile da Settembre.
Le domande per le agevolazioni TARI dovranno pervenire all’Ufficio Tributi entro il 31 agosto 2021, tramite l’apposita modulistica allegata alla bolletta TARI.
Per avere accesso ai fondi e alle detrazioni del Piano Comunale è richiesta la regolarità contributiva nel pagamento dei tributi Comunali al 31.12.2019, sia per le utenze non domestiche, sia per quelle domestiche. Per quel che concerne esclusivamente le micro imprese, queste potranno saldare i tributi e/o i debiti dovuti entro la scadenza del bando, prevista per la metà di ottobre.
Si specifica che tra i beneficiari del ristoro comunale, sono incluse anche le Associazioni Sportive, Culturali ed, in generale, quelle che lavorano nell’ambito dello spettacolo, che hanno subìto chiusure e/o restrizioni durante l’anno 2021 a causa della pandemia.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.