ALMESE E I DEPOSITI DI MACERIE / IL COMUNE: “È MATERIALE DELLA FRANA DEL 24 NOVEMBRE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Riceviamo dal COMUNE DI ALMESE

ALMESE – L’amministrazione comunale, a seguito di segnalazioni a mezzo stampa circa la natura di un deposito di materiale inerte nei pressi dei campi sportivi, vuole precisare quanto segue. A seguito dell’alluvione del 24 novembre scorso la regione ha dato disposizioni per individuare aree comunali dove stoccare temporaneamente il materiale delle frane in attesa che venga riutilizzato nei luoghi di cantiere.

Con Delibera di Giunta n. 208 del 07-12-2016 sono state individuate due aree a questo scopo: la zona adiacente al parcheggio Don Ettore Giorda e ai campi sportivi. Ad oggi gli unici autorizzati a depositare il materiale sono attualmente la famiglia Giacosa/Bosio in Via Sonetto 1 che ha presentato regolare richiesta per depositare 300 mc di terra con apposita dichiarazione che il materiale non è contaminato e verrà riutilizzato in cantiere.

A conclusione dei lavori di ripristino della frana i proprietari, a loro carico, dovranno recuperarlo e riposizionarlo sul loro terreno oppure smaltirlo come da normativa. “Si tratta solo di terra, macerie e sassi che non hanno nulla di pericoloso. – ha dichiarato il sindaco Ombretta Bertolo – Trovo poco condivisibile l’operato di chi, invece di chiedere chiarimenti a legittime curiosità presso gli uffici comunali che sono aperti ogni giorno o agli amministratori, sempre disponibili e raggiungibili, abbia tempo per fare foto e prodigarsi a far scrivere articoli sui giornali senza informarsi prima, amplificando polemiche sterili. È troppo diffusa l’abitudine a criticare, a polemizzare e intanto a fare ben poco per aiutare gli altri. Magari alle volte sarebbe già tanto utile tacere”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Questi cittadini di Almese devono tacere! Ordine della sindaca. E certo, ci credo, che alla sindaca almesina “sarebbe utile” (cit.) Ma non siamo ancora in un regime, anche se le piacerebbe tanto. Come aveva tuonato a febbraio del 2016 durante il comizio in piazza, “dobbiamo toglierceli dai piedi questi deficienti!” Deficienti e disfattisti sono coloro, che hanno il coraggio di criticare l’operato della sindaca Ombretta Bertolo. L’operato, non certo la sua persona. Lei invece avrebbe l’abitudine insultare, intimidire e minacciare le persone, quali non approvano il suo operato. Democrazia? Solo una parola, della quale riempirsi la bocca, una parola senza significato, da quaste parti. Tacete, cittadini, non fiatate. Zitti e muti.Siamo ad Almese!
    Nota per la sindaca: abbia più rispetto per chi ha molti più anni di lei. Le persone ultrasessantenni magari non vanno a spostare le macerie e non salgono in montagna a raccogliere la spazzatura (disseminata da coloro che voi della giunta avete chiamato con molta insistenza e lo state tutt’ora facendo), questo non significa, che “non fanno nulla per gli altri” o che nella loro vita, molto più lunga della sua, non si fossero dedicato ad aiutare altre persone. Lei sindaca che non conosce nulla della vita di altre persone, non ha alcun diritto di denigrarle, unicamente, perchè non stanno collaborando o aiutando LEI.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.