ALMESE FESTEGGIA LA LIBERAZIONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI ALMESE

ALMESE – Nel giorno dell’Anniversario della Liberazione Italiana, l’Amministrazione Comunale di Almese ha organizzato una Cerimonia in memoria dei Partigiani che persero la vita nella lotta di Liberazione, che quest’anno si è tenuta presso il Monumento ai Caduti della frazione Rivera, dopo la celebrazione della Santa Messa presso la Chiesa di Santo Stefano. Accompagnati dalla Filarmonica Almesina, la commemorazione ha visto gli interventi della Sindaca Ombretta Bertolo e di Adrian Mihai Mihaila, Presidente della Consulta Giovanile di Almese, e le letture delle memorie dei partigiani a cura dell’Associazione Teatrale “I Fantastorie” di Elisa Testa.

Una Festa della Liberazione che quest’anno, oscurata dalle nuvole nere della guerra in Europa, ha acquistato un significato ancora più importante e su cui è valsa la pena riflettere. e essere. Dopo la cerimonia, si è tenuto anche il pranzo sociale del 25 aprile, organizzato dall’Associazione Centro sociale di Milanere, riproponendo ai cittadini un tradizionale appuntamento dopo due anni di stop a causa del Covid-19.

Sempre nell’ambito delle iniziative per l’Anniversario della Liberazione, il 22 aprile al Teatro Mangetto si è tenuto uno spettacolo teatrale dedicato agli alunni, con il quale l’Amministrazione Comunale ha coinvolto le classi terze della Scuola secondaria di primo grado di Almese per farli riflettere sul valore della Libertà. Una rappresentazione teatrale di e con Elisa Testa, Luciano Goffi e altri interpreti dell’Associazione Teatrale “I Fantastorie” che, spaziando dalla Prima alla Seconda Guerra Mondiale, ha contestualizzato i momenti più bui dei conflitti, arrivando fino alla Resistenza e quindi alla fine della Guerra. L’iniziativa è stata molto apprezzata dagli alunni, i quali hanno seguito il racconto dello spettacolo con grande attenzione.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.