0
1

ALMESE “STUDIA” I PLATANI DELLA PIAZZA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI ALMESE

ALMESE – Il patrimonio arboreo del Comune di Almese è formato da un discreto numero di platani di notevoli dimensioni e di particolare pregio. Dal 2008, tali esemplari sono stati sottoposti ad attività di monitoraggio costanti da parte dei tecnici della Cooperativa PQ2011 di Bussoleno che, in alcuni casi, hanno riscontrato delle problematiche di stabilità dovute a fenomeni di degradazione del legno in atto. In particolare, i controlli effettuati nelle ultime stagioni su alcuni platani di piazza della Fiera hanno rivelato un grosso problema di decadimento dei tessuti legnosi: per alcuni esemplari si è constatato un progressivo aumento delle dimensioni delle zone cariate, che comporta un peggioramento delle condizioni di resistenza meccanica dell’albero, con l’impossibilità di determinare la velocità con cui tale fenomeno evolverà in futuro.

Da qui la necessità di ricorrere a delle indagini strumentali di ulteriore approfondimento, orientate allo studio della risposta dell’albero ad una sollecitazione esterna, indotta artificialmente. Questo tipo di indagine diagnostica, utilizzata per la prima volta sul territorio della bassa Val di Susa, verrà effettuata dai tecnici venerdì 22 novembre su tre esemplari di platano presenti in piazza della Fiera.

Dal momento che il test richiederà buona parte della giornata, l’amministrazione comunale, in collaborazione con le autorità scolastiche e la Polizia Municipale, sta concordando le interruzioni degli interventi, da eseguirsi nei momenti di entrata e di uscita degli allievi della Scuola Primaria “M. Spirito Rocci” e della Scuola Secondaria di primo grado “S. Riva Rocci”, site entrambe in piazza della Fiera. La metodologia utilizzata (Static Integrated Method) è assolutamente non invasiva per l’albero e consente di valutare, in maniera precisa e puntuale, l’effettiva stabilità degli esemplari arborei indagati nella loro interezza. I cittadini interessati ai test potranno assistervi a debita distanza e in sicurezza in base alle indicazioni della Polizia Municipale.

L’assessore Marco Simioli ha dichiarato: “Si ritiene importante procedere a tale tipo di valutazione al fine di poter disporre di tutte le informazioni necessarie sull’effettivo stato di salute e sul grado di stabilità e di sicurezza delle piante. In questo modo avremo tutti i dati a disposizione per prendere decisioni gestionali ragionate, che vanno al di là del valore affettivo che lega ognuno di noi al patrimonio arboreo almesino. Le indagini svolte ad oggi, che si basano su protocolli di ricerca riconosciuti a livello internazionale e richiedono personale tecnico specificamente formato sull’argomento, sono iniziate nel 2008 con un primo controllo di alcuni platani presenti nell’area di piazza Martiri della Libertà, per poi arrivare, negli anni successivi, ad interessare praticamente quasi tutto il verde comunale, che è stato via via censito ed è oggi regolarmente controllato. Per evitare che agenti atmosferici importanti possano rendere pericolosa l’esistenza degli esemplari di piazza della Fiera, data soprattutto la prossimità delle scuole, ritengo sia importante effettuare delle nuove prove di approfondimento a seguito dei vari test stagionali che si sono già susseguiti. Tramite una “prova di trazione” si simulerà la sollecitazione sulla pianta generata dal vento e se ne misurerà la reazione tramite una serie di appositi sensori posizionati alla base dell’albero e lungo il fusto. I dati rilevati durante le prove di trazione permetteranno di valutare la stabilità della parte aerea e della parte sotterranea di ogni albero. Al fine di garantire il minor disagio possibile agli studenti delle scuole site nella piazza, i test verranno interrotti durante l’ingresso e l’uscita degli alunni“.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.