ALMESE, TRASFERITO UN PROFUGO: IMPORTUNAVA LE DONNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CARAMBA

ALMESE / VILLAR DORA – I carabinieri hanno disposto il trasferimento di un profugo ospite della comunità di Almese, a seguito della segnalazione di alcune donne a Villar Dora e Rubiana, preoccupate per i suoi atteggiamenti un po’ troppo insistenti nelle avances. “Non è stato effettuato alcun reato, nè ci sono state denunce – spiegano dalla Compagnia di Rivoli – ma a seguito delle segnalazioni e delle lamentele per un paio di episodi, è stato concordato il trasferimento del rifugiato in un’altra località”. Anche perchè Almese è un paese piccolo, il rifugiato era stato già identificato con foto tramite Facebook: era quindi facilmente individuabile, con il rischio che qualche d’uno decidesse di farsi giustizia da solo o fargliela pagare.

Nei giorni scorsi, in due occasioni, il profugo si era avvicinato a delle ragazze e ha provato un approccio, scambiando qualche parola e invitandole a seguirlo. Non si sono ravvisate molestie, nè per fortuna tentativi di violenza, ma l’avance prolungata ha infastidito ovviamente le donne, che hanno chiesto l’aiuto delle forze dell’ordine. I carabinieri sono quindi intervenuti direttamente alla comunità dove i rifugiati sono ospiti. Anche perchè il caso era uscito sulle pagine Facebook, suscitando preoccupazioni e polemiche. Il comandante ha voluto incontrare i profughi, spiegando a loro i comportamenti da adottare in paese, ragguagliandoli sugli atteggiamenti da avere verso le donne, evitando approcci che possano infastidire.

Una donna aveva denunciata per prima il caso su Facebook, riferendosi al profugo allontanato: “Gira per Villar Dora fermando le ragazze, chiede dove abitiamo, come ci chiamiamo…. Oggi l’ha fatto con una mia amica che era da sola. L’ha importunata e seguita fin sotto casa. Allora l’ho caricata in auto e siamo andate a cercarlo, l’abbiamo trovato e gli abbiamo detto che non si deve mai più permettere di fermare una donna…”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. “Qualche d’uno”?
    “Aveva denunciata”?
    Fermo restando che – ovviamente – la problematica più urgente da affrontare non è certo la grammatica,
    problematica che non si risolve certo con “il trasferimento del rifugiato in un’altra località”,
    nella quale certamente il soggetto in questione riprenderà ad inseguire i suoi tiramenti,
    fottendosene altamente – com’è facilmente prevedibile – delle solerti spiegazioni
    e degli accorati ragguagli del Comandante.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.