ALMESE, UNA SERATA DI DEGUSTAZIONI COI SINDACI E I PRODOTTI DELLA VAL SUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Vino Valsusa D.O.C Casa Ronsil Chiomonte

di MARIO RAIMONDO

Serata veramente riuscita quelle di lunedì 5 Ottobre a Rivera di Almese, presso il salone dell’oratorio parrocchiale, gentilmente offerto da don Vindrola. E’ infatti “andata in onda”, nell’ambito della festa dedicata alle Siole Piene, per la quarta volta una serata dedicata alla degustazione dei formaggi e vini valsusini.

Alla presenza dei sindaci di Almese e Rubiana, Ombretta Bertolo e Gianluca Blandino e del vicesindaco di Villardora, Barbara Ferrero, Giuliano Bosio, oggi volitivo agricoltore tradizionalista e visionario di Almese, ha dato l’avvio alla serata.

“Questa serata – ha detto tra l’altro Bosio nel suo intervento – vogliamo davvero dedicarla alle nostre specialità tralasciando, per una volta, di addentrarci nelle questioni ‘politiche’ su ciò che è necessario per l’agricoltura valligiana. Tema che sicuramente riprenderemo perchè le domande poste dal comparto ancora attendono risposte. Vogliamo concentrarci sui prodotti che siamo in grado di produrre, sulla tipicità che essi sanno esprimere e gli amici dell’ONAV illustreranno con le loro parole gli odori ed i sapori dei prodotti di Valsusa.”

I tecnici dell’ ONAV ( Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino delegazione di Torino) presenti in sala ,Guido Raynero, Luca Rolle, Luca Cavallo e Piera Genta, hanno presentato al pubblico le sensazioni che si celano dentro i bicchieri dei nostri vini ( ma anche dell’olio di Almese!) narrando al contempo i sovrastanti ed i sottostanti che stanno appunto dentro ad ogni bicchiere.

Il professor Luca Rolle ha in più punti rimarcato il concetto che : “ogni vino è una storia che nasce sia dal vitigno che dal momento in cui l’uva entra in cantina ed entra in cantina per opera dell’uomo, del suo lavoro, che è sempre soggetto a mille variabili che producono alla fine mille specificità. Nessun vino è uguale all’altro, nessuna annata è uguale all’altra. Ogni vino è davvero unico – si potrebbe dire una storia a se – che può evolvere a livelli impensati, dando nuovi orizzonti ai sapori di un territorio.”

Cosa che ad esempio è avvenuta proprio ad Almese dove si è prodotto dal Baratuciat uno spumante Metodo Classico Brut che ha entusiasmato il pubblico. Luca Cavallo,nel suo intervento, ha tra l’altro parlato dell’annata vitivinicola appena messa in botte sottolineando tra l’altro: l’incredibile andamento climatico dell’estate appena trascorsa che ha messo sotto stress le vigne e non solo. Andamento climatico che preoccupa il settore perchè influisce sulle fitopatologie che colpiscono la vite ed i cui effetti vanno attentamente monitorati.

Tuttavia questo incontro – che ancora una volta dedichiamo a Giorgio Falca – ci presenta dei sapori, dei prodotti,che davvero meriterebbero una maggior conoscenza da parte del vasto pubblico perchè sono davvero espressione di un territorio che ha delle potenzialità agricole straordinarie.

Applausi dal pubblico alla conclusione della serata anche se le domande latenti che riguardano i problemi dell’avvenire dell’agricoltura valsusina – non solo del comparto vitivinicolo – sono rimaste sullo sfondo come un convitato di pietra. Ne riparleremo.

Per il momento gustiamoci quel vero nettare degli dei che è il vino made in Valsusa.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.