ALTA VAL SUSA, LA DISCARICA NEI BOSCHI E LE FOGNATURE ROTTE / GUARDA LE FOTO DELLA VERGOGNA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

IL CASO di FABIO TANZILLI

SESTRIERE – Pattumiere a cielo aperto, sporcizia e allacci fognari molto discutibili, sulle montagne olimpiche dell’alta Val Susa. La denuncia a ValsusaOggi arriva grazie ad un lettore, che ci informa su quanto sta avvenendo tra Sestriere e Sauze di Cesana, nell’indifferenza più assoluta. La zona invasa da pattumiere e altre sporcizie è quella dov’è passa il Rio Boccetto, corso d’acqua già in passato oggetto di attenzioni per il colore dell’acqua e l’odore nauseabondo.

image

GUARDA LE FOTO DELLA VERGOGNA

La prima segnalazione riguarda l’impianto delle fogne, coi tubi che arrivano dal paese di Sestriere e scendono lungo la valle. Il loro stato di manutenzione è pietoso, con pali marci, alcuni pezzi legati alla meno peggio con corde e sigillati con sacchi di nylon. “Il tutto avviene sopra la testa di Sauze di Cesana e a ridosso del rio Boccetto, che passa nel nostro paese – accusa il lettore – ancor di più pensando che si tratta di una rete fognaria, dove dentro ci passa di tutto”.

Il secondo episodio invece riguarda le modalità di scarico della neve in eccedenza da Sestriere. Il lettore ha scattato delle foto dell’area dove arrivano dal Colle il sale, la sabbia e le altre immondizie, sempre a ridosso del fiume che arriva a Sauze di Cesana. “A Saint Moritz, Cervinia e in altre località invernali ci sono delle apposite aree per lo scarico della neve a disposizione dei Comuni – aggiunge – perché in alta Val Susa invece si fa tutto senza regole, permettendo di scaricar liberamente e con discariche a cielo aperto?”.


Materiale che viene “ribaltato” direttamente nel fiume, ma in mezzo alla neve ci sono anche spazzatura e altre immondizie che vengono portate via dai mezzi meccanici e ruspe, senza tener conto delle conseguenze. “Da tempo ho segnalato il problema ai comuni e di Sestriere e Sauze di Cesana, ma tutti se ne fregano” denuncia il lettore. Vediamo se, dopo l’articolo sul nostro giornale, le cose miglioreranno.


  
  

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.