ALTA VALSUSA, GUARDIA MEDICA “POTENZIATA” PER I TURISTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ASL TO3

Rafforzare l’assistenza sanitaria nei periodi di maggior afflusso turistico. Questo l’obiettivo del Progetto Asl To3 denominato “Montagne Olimpiche”, partito in via sperimentale tre anni fa, via via affinatosi, sulla base dell’esperienza e dei dati di affluenza raccolti e pronto ora ad affrontare la stagione turistica 2019.

A partire dal 22 luglio infatti verranno potenziati i servizi e modificata l’organizzazione della Continuità Assistenziale – ex Guardia Medica in tutto il comprensorio montano facente parte del territorio di competenza dell’Azienda Sanitaria.

Il progetto interessa l’ampia area turistica delle alte valli Susa e Chisone, composta dai sei comuni dell’Unione Montana Comuni Olimpici – Via Lattea (Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx e Sestriere) e dai comuni dell’alta Val Susa (Bardonecchia, Oulx e Salbertrand), oltre all’ambito turistico dell’alta Val Sangone.

Si tratta di un contesto territoriale dove sono presenti, nei periodi di maggiore afflusso, oltre 150.000 persone fra lavoratori stagionali, residenti, sportivi e turisti. Per far fronte alle diverse necessità che quest’affluenza comporta, l’azienda ha previsto la riorganizzazione del servizio di Continuità assistenziale – ex Guardia Medica, con una sede “centrale” ad Oulx e tre sedi “satelliti” nei Comuni di Bardonecchia, Cesana Torinese e Sestriere, tutte contattabili attraverso un unico numero verde gratuito (800-508745), attivato appositamente; viene garantita la registrazione delle chiamate, a tutela degli assistiti, e la disponibilità, per il personale in servizio, di postazioni informatiche e gestione in rete.

Sono stati individuati due tipologie di periodi, quelli ordinari, denominati “giorni verdi”, con media affluenza turistica, e quelli ad affluenza turistica straordinaria, “giorni rossi” per il quali si prevede un servizio ulteriormente potenziato.

Da quest’anno inoltre la collaborazione con i Medici di Medicina Generale è stata ulteriormente rafforzata, dando la possibilità anche ai non residenti di accedere agli ambulatori con le stesse modalità previste dal servizio di Guardia Medica turistica.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.