AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO MINACCIATO E VITTIMA DI ESTORSIONE: ARRESTATA 23ENNE A TORINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  

I carabinieri hanno arrestato H. B., 23 anni, incensurata, abitante a Venaria, per estorsione nei confronti di un donna, ex amministratrice di condomini. Nei giorni scorsi, Lucia (nome di fantasia) ha denunciato ai militari di aver trovato le quattro gomme della macchina tagliate e un biglietto anonimo con una richiesta estorsiva di 2000 euro appoggiata sul parabrezza.


“ CARA LUCIA QUESTO È SOLO UN AVVERTIMENTO, IO NON SONO STRISCIA LA NOTIZIA… IO NON SCHERZO!!! METTI UNA BUSTA DA LETTERE 2000 EURO E POI A MEZZANOTTE GIUSTA METTILA NEL CESTINO PICCOLO DELLA SPAZZATURA CHE C’È SUBITO DOPO VIA ::::::: DAVANTI ALLA FARMACIA E POI TORNA A CASA. QUESTI SONO I SOLDI CHE MI HAI RUBATO INGIUSTAMENTE SE FARAI COME TI HO DETTO MI DIMENTICHERÒ DI TE … MA SE NON LO FARAI O SE AVVERTIRAI QUALCUNO CI SARANNO BRUTTE CONSEGUENZE PER TE E LA TUA BAMBINA… SONO CONVINTIO CHE FARAI LA COSA GIUSTA.. NB. RICORDA CHE SEI CONTROLLATA A VISTA 24 ORE SU 24”


I carabinieri hanno organizzato un servizio di osservazione e la Lucia ha lasciato la busta nel luogo indicato dalla lettera. H. B. è stata fermata subito dopo aver prelevato il denaro. L’arrestata ha dichiarato  ai militari e al magistrato di aver agito per contro di un’altra persona e di non essere a conoscenza dei dettagli della lettera e dei motivi che l’hanno generata. Il mandante, un italiano di  40 anni, è stato denunciato per concorso in estorsione. H. B. è stata collocata ai domiciliari.

Dai primi accertamenti è emerso che l’episodio si inserisce in una vicenda privata molto delicata. Secondo il racconto dell’arrestata e del suo mandante, Lucia, in qualità di amministratrice di condomini,  avrebbe provocato un buco finanziario che avrebbe danneggiato i condomini da lei gestiti. Sono in corso tutti gli accertamenti del caso per chiarire tutti i contorni della vicenda. Al momento non risultano  coinvolte altre persone.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.