ANCHE LA VAL SUSA PARTECIPA AL SINODO VALDESE DI TORRE PELLICE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di IVO BLANDINO
Si apre domenica 21 agosto, a Torre Pellice, il Sinodo Valdese: la massima assise della antica chiesa Protestante Italiana. Al Sinodo partecipano 180 delegati delle chiese evangeliche valdesi e metodiste, oltre a vari ospiti delle altre confessioni cristiane, tra cui ovviamente la chiesa cattolica italiana. Anche la Valle di Susa e Val Sangone saranno presenti ai lavori sinodali: agli incontri parteciperanno Davide Rostan (nella foto), pastore della chiesa valdese di Susa e Coazze, e il delegato della chiesa di Coazze, Andrea Mela.

La Chiesa Valdese è presente sul territorio delle Valli da quasi un secolo: i seguaci di Valdo erano molto presenti in Alta Val Susa nel XV secolo, ma che malgrado le forte repressioni di casa Savoia, furono completamente estinti.

Solo all’inizio del XIX secolo, grazie alla presenza di industriali protestanti e dei loro rispettivi dipendenti, fu chiesto alla Tavola Valdese di inviare un pastore da Torre Pellice per l’assistenza spirituale degli operai, e così si diffuse nuovamente il culto dei Riformati: oggi i Valdesi della Valle si trovano in diversi paesi della val Susa e Sangone.

Il Sinodo inizierà domenica alle ore 15.30: si aprirà con un culto solenne, presieduto dal pastore della chiesa valdese di Pinerolo, Gianni Genere.

Nel corso di un settimana verranno affrontati vari temi sia inerenti alla vita ecclesiastica che sociale delle Chiese, tra cui l’accoglienza ai rifugiati, la crisi, la sicurezza, ecc.

Il Sinodo delle Chiese valdesi metodiste si concluderà venerdì 26, con l’elezione delle cariche Amministrative della chiesa, ed un culto liturgico con la celebrazione della Comunione.

Lo scorso anno, al Sinodo sono giunti gli auguri da parte di papa Francesco e del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ancora è viva nei valdesi la storica visita di papa Francesco, accolto dalla Comunità Protestante il 21 giugno 2014 nel Tempio di Torino…è stata la prima volta, negli ottocento anni di storia, in cui un pontefice della chiesa cattolica è entrato in un edificio religioso cristiano evangelico. Al Sinodo partecipano anchd il delegato per i rapporti ecumenici CEI e molti giornalisti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.