ARRESTATATO RAPINATORE DI AVIGLIANA: INSIEME AL COMPLICE TERRORIZZAVA I COMMERCIANTI DELLA BASSA VAL SUSA. ASSALTAVANO I NEGOZI CON COLTELLI E MACHETE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

I carabinieri della Compagnia di Rivoli hanno arrestato una coppia di rapinatori seriali di farmacie, tabaccherie e distributori di benzina in Val Susa e cintura, che aveva terrorizzato i commercianti Avigliana, Buttigliera Alta, Pianezza, Rosta, Collegno e La Cassa.

Due giardinieri italiani, uno al momento è disoccupato, sono stati arrestati. Hanno messo a segno 8 rapine – molti altri episodi sono ancora da verificare – e 4 furti d’auto (utilizzate per i colpi). Dai sistemi di sorveglianza le immagini con le minacce a farmaciste, benzinai e cassiere, con pistola in pugno, machete o un grosso coltello da giardiniere, sotto gli occhi spaventati dei clienti, tra cui bambini.

Sotto la lente d’ingrandimento dei militari decine di rapine avvenute in provincia (negozi di abbigliamento e bar). Nei giorni scorsi, i militari hanno arrestato, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, Antonio GALLO, 45 anni, abitante ad Avigliana e Antonio TROTTA, 50 anni, abitante a Torino. Sono ritenuti responsabili di 8 rapine aggravate dall’uso di una pistola a tamburo, machete e di un coltello da giardiniere e di 4 furti di auto. Gli assalti sono stati commessi nel periodo febbraio-luglio 2014.

image

In almeno cinque rapine, i due malviventi hanno utilizzato una pistola a tamburo, impugnata da Antonio GALLO. Un’altra arma utilizzata dagli indagati è un grosso coltello da giardiniere (rapina del 24 marzo alla Farmacia Comunale di Pianezza). Si tratta di un coltello di grosse dimensioni, chiuso nell’impugnatura quindi ad apertura a mano, comunemente utilizzato per i lavori di giardinaggio. Antonio TROTTA svolge la mansione di giardiniere in una cooperativa. Nella rapina consumata al “Carrefour express” di via Crimea di Collegno, il rapinatore ha utilizzato un machete.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.