ARRESTATI 5 GIOVANI DELLA VALSUSA PER RAPINA E LESIONI AGGRAVATE: HANNO PICCHIATO DUE PASSANTI A TORINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

TORINO – Sei giovani residenti in Val Susa (tre maschi e tre femmine) sono stati fermati a Torino dalle forze dell’ordine per rapina e lesioni aggravate: cinque sono stati arrestati, mentre il più piccolo (15 anni) è stato denunciato a piede libero. La banda era composta da tre minorenni (un ragazzo 15enne insieme a un ragazzo e una ragazza di 17 anni) e tre maggiorenni (un ragazzo di 22 anni e due ragazze di 20 e 19 anni). Quattro sono di nazionalità italiana, una ragazza è marocchina e un altro è di origine kosovara. Vivono a Sant’Antonino di Susa, Bussoleno e Susa.

Nella notte di Santo Stefano, martedì 26 dicembre,  i giovani sono andati nel quartiere di San Salvario, rapinando e picchiando due persone dopo averle stordite con lo spray al peperoncino.

La prima aggressione è avvenuta intorno all’1.30 in corso Raffaello, vicino al bancomat. La banda si è avvicinata ad un egiziano di 30 anni e, dopo averlo accusato di aver “guardato troppo” una ragazza del gruppo, lo hanno bastonato. Il 30enne ha provato a difendersi mentre lo picchiavano e gli infilavano le mani nelle tasche della giacca (senza trovare i soldi), ma gli hanno spruzzato negli occhi anche lo spray al peperoncino. L’egiziano si è dato alla fuga e ha chiesto aiuto alla polizia.

Un’ora dopo, intorno alle 2.30, il gruppo ha aggredito e rapinato una donna di 32 anni in via Valperga Caluso, all’angolo con via Madama Cristina. Anche in questo caso per avvicinarla hanno utilizzato un pretesto, accusandola di “averli spintonati” mentre stava camminando. Prima l’hanno strattonata e le hanno tirato i capelli, poi le hanno aperto la borsa per prenderle il portafoglio. Dentro hanno trovato pochi spiccioli, la ragazza aveva solo una banconota da 20 euro.  L’hanno picchiata selvaggiamente con pugni e calci. La 32enne è rimasta ferita: trasportata all’ospedale Molinette di Torino è stata poi dimessa con una prognosi di 5 giorni. Gli agenti di polizia hanno rintracciato i sei giovani mentre erano ancora a Torino e li hanno fermati, è stato trovato anche il bastone utilizzato durante la prima aggressione.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. POVERA GIOVENTÙ BRUCIATA…DOVREBBERO ESSERE IL NOSTRO FUTURO…?! PALA E PICCONE TUTTO IL GIORNO E POI VEDI COME APPREZZEREBBERO LA VITA…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.