AUTOVELOX A SUSA: 70 MULTE NEI WEEKEND A MOTO E AUTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

SUSA – “Un bilancio sicuramente positivo”. Parole e pensieri di Marco Massavelli, capo della polizia municipale di Susa, a seguito delle prime settimane di controlli a moto e auto lungo le statali 24 e 25 e sulle curve di Gravere. Tra posti di blocco e controlli velox, sono scattate circa 70 sanzioni nel mese di luglio.

“Ad agosto faremo ancora qualche posto di blocco – spiega Massavelli – Il sabato, principalmente, è la giornata più problematica. A settembre invece riprenderemo con i controlli velox. Per il momento sono abbastanza soddisfatto, le lamentele ci saranno sempre, ma noi continueremo a dare il massimo. I controlli ci sono e aiuteranno a limitare gli incidenti infernali che si sono verificati nei mesi scorsi. Bisogna rispettare le regole, altrimenti le sanzioni arrivano. Deve passare questo messaggio, ma sono fiducioso”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

15 COMMENTI

  1. Il sabato pomeriggio é il momento in cui gli emuli del tourist trophy si scatenano. In moto come se non ci fosse un domani. Chi può vegli per evitare scorribande.

  2. Era ora, ma fatelo sempre e non ogni tanto…Vedo con i miei occhi auto che sfrecciano a velocità da autostrada e magari sono in un vicolo, nel mio comune in una semplice strada provinciale di campagna non si è liberi di fare neanche una passeggiata con il cane, perchè ti sfiorano e rishii grosso e malgrado ho reclamato…continuano eh si perchè chi di dovere se ne frega…Risultato : ognuno fa quel che gli pare, non vedo ordine. Vi preoccupate tanto del covid e non vi rendete c
    onto di quanto invece si muore di più sulle strade… ancora di più investiti dai pirati che credono di essere in formula 1…

  3. E che dire di quelli che in qualche paese dell alta val di Susa, fanno la rotonda sl contrario,a velocità supersoniche.
    Ogni tanto ci chiediamo come mai non vi sia ancora scappato il morto, le strisce pedonali poi è come se non esistessero, in centro paese che sia ulzio, Chiomonte, Cesana macchine e moto come se fossero in autostrada, mettete per favore, chi di dovere qualche telecamera in più, c è da avere paura anche solo aprire la porta di casa

Rispondi a Giò Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.