AVIGLIANA, DAL 2019 IN ARRIVO 21 TELECAMERE E VARCHI PER ZTL E LETTURA TARGHE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MATTEO BUSCIOLÀ

Il gruppo consigliare “Adesso Avigliana” pone un’interrogazione durante il consiglio comunale riguardo la questione sicurezza considerando prioritario il valore della sicurezza delle proprietà pubbliche e private e dei cittadini e sullo stanziamento da parte del governo di 37 milioni di euro per la realizzazione nel triennio 2017 – 2019 di sistemi di videosorveglianza sottoscrivendo i “patti per la sicurezza”.

Diversi comuni si sono già sottoscritti tra cui Almese e Giaveno” – afferma la consigliera Simona Falchero che conclude chiedendo al sindaco quali siano le telecamere installate tutt’ora sul territorio, il loro funzionamento e i costi di installazione e manutenzione e se siano in regola con le normative sulla privacy, inoltre chiede se l’amministrazione sottoscriverà il patto con la prefettura per avere accesso ai fondi per poi iniziare una progettazione futura. Il sindaco risponde precisando che le telecamere presenti sul territorio erano quattro posizionate sul castello, al piazzale delle buone volontà, nel sottopasso di via don Balbiano e nel sottopasso di via 25 Aprile/corso Torino, tutte collegate al comando di polizia locale.

Attualmente, sia per una serie di danneggiamenti l’impianto non risulta funzionante” spiega il sindaco Archinà “l’amministrazione ha predisposto l’installazione di un impianto di videosorveglianza presso il municipio e la fabbrica“. Il primo cittadino aviglianese inoltre precisa che è stato sottoscritto il patto per la sicurezza urbana e spedito alla prefettura di Torino il 29 giugno per la sottoscrizione al prefetto. “Insieme alla sottoscrizione abbiamo anche mandato la richiesta di finanziamento per la realizzazione di un impianto di videosorveglianza urbana e studio di fattibilità economica con annesse planimetrie” sottolinea il sindaco precisando che lo studio è sfociato in una relazione di progetto e poi a progetto esecutivo, raggiungendo uno stato avanzato di progettazione. “Il progetto prevede interventi distribuiti in un quinquennio” dichiara ancora Archinà in quanto l’impegno è piuttosto consistente e non si poteva affrontare in un anno solo.

Il progetto si divide in cinque lotti annuali: nel primo lotto si provvederà a installare nel 2019 un totale di 21 telecamere, tre ponti radio e della sala di controllo nella sede di polizia locale e nella stazione dei carabinieri. Il secondo lotto che sarà realizzato nel 2020 prevede l’installazione di altre sei telecamere, di sei varchi ZTL e di un varco per la lettura delle targhe; i due lotti avranno un costo di 327.000 euro di cui 80.000 arriveranno dal comune. Il terzo lotto che avrà un costo di 174.000 euro a carico del comune in tal caso non verrà rinnovato il bando di finanziamento provvederà all’installazione di altri 13 varchi per la lettura delle targhe e sarà realizzato nel 2021. il quarto e quinto lotto prevederanno le spese tecniche degli impianti che avranno un costo rispettivamente di 27.000 e 28.000 euro.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.